Danni al carcere di Sant'Anna, in arrivo 3,5 milioni per la ristrutturazione

Lo prevede l'ultima bozza del decreto che stanzia i fondi per far fronte all'emergenza sanitaria

"Al fine di ripristinare la piena funzionalità e garantire le condizioni di sicurezza degli istituti penitenziari danneggiati nel corso delle proteste dei detenuti anche in relazione alle notizie sulla diffusione epidemiologica a livello nazionale del Covid-19, è autorizzata la spesa di 20 mlioni di euro per la realizzazione di interventi urgenti di ristrutturazione e di rifunzionalizzazione delle strutture e degli impianti danneggiati".

Lo si legge nella nuova bozza di decreto con le misure per rispondere all'emergenza coronavirus, che ricomprenderebbe quindi anche i fondi per far fronte agli enormi danni causati dalle rivolte dei giorni scorsi in numerose carceri italiane. Per la struttura di Sant'Anna, inagibile e svuotata dopo la rivolta, il Governo ha sul piatto 3,5 milioni di euro.

In particolare, si legge nella bozza, "si segnalano importanti danni di natura edilizia e di impiantistica nelle Case Circondariali di Pavia, Milano S. Vittore, Cremona e Casa di Reclusione di Milano Opera, per un ammontare complessivo stimato in 5 milioni e mezzo di euro; nelle Case Circondariali di Modena e di Bologna, per un ammontare stimato in 3,5 milioni di euro nonché danni minori nelle Case Circondariali di Reggio Emilia e di Ferrara, per un importo stimato in 650mila euro; importanti danni di natura edilizia e impiantistica nelle Case Circondariali di Rieti, Frosinone e Velletri, nonché danni minori nelle Case Circondariali di Roma Regina Coeli, Roma-Rebibbia e Isernia, per un ammontare stimato in 3,8 milioni di euro; danni nelle Casa Circondariali di Siracusa e di Trapani, nonché danni minori nella Casa Circondariale di Palermo-Pagliarelli, per un ammontare complessivo stimato in 2 milioni 150 mila euro; consistenti danni presso la Casa Circondariale di Napoli Poggioreale e Salerno e danni limitati nelle Case Circondariali di Carinola e Santa M. Capua Vetere, in Campania, per un ammontare complessivo stimato in 2,3 milioni di euro: danni limitati nelle Case Circondariali di Bari, Foggia, Matera, Trani, Taranto e Melfi, per un ammontare complessivo stimato in 650mila euro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Danni rilevanti - si legge ancora nella bozza del Dl - presso la Casa Circondariale di Alessandria, per un importo stimato in euro 500mila euro; danni limitati presso le Case Circondariali di Prato e Pisa, per un importo complessivo stimato in 300mila euro; danni minori presso la Casa di Reclusione di Padova, per un importo stimato in 150mila euro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid. Studenti positivi in quattro scuole di Modena e in una di Carpi

  • Scomparsa dopo la scuola, si cerca una 16enne di Sassuolo

  • Focolaio in un bar di Carpi, l'Ausl invita gli avventori a fare il tampone

  • Altri quattro casi nelle scuole. Classi in isolamento a Modena, Carpi e Castelfranco

  • Vintage e Second Hand | 4 negozi di pezzi d'abbigliamento unici e pregiati a Modena

  • Covid, positività in 13 scuole modenesi. Nuovo caso al "Fermi"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento