Forza Nuova dopo le minacce: “Ci aspettiamo delle scuse”

Confermata la manifestazione di sabato, il partito di Roberto Fiore accusa nuovamente Muzzarelli di aver fomentato la contrapposizione. E dopo le scritte sui muri: “Ci saremmo quanto meno aspettati le scuse pubbliche, perché la morte non la si augura a nessuno”

Il giorno dopo il via libera alla manifestazione di Forza Nuova e lo spettacolo indecente sui muri del centro storico, il partito di estrema destra interviene nuovamente accusando il sindaco Muzzarelli, che era stato il principale oppositore in sede istituzionale al presidio del movimento guidato da Roberto Fiore.

“Il primo cittadino modenese – sottolinea Forza Nuova in una nota – continua ad aizzare e scatenare l'ira dei centri sociali che, in questi due giorni stanno imbrattando e devastando le mura del centro storico con frasi agghiaccianti (e che si ripetono sul web): si augura la morte a Roberto Fiore e a tutti i suoi sostenitori, una violenza verbale già fin troppo nota che fa da scudo alla loro incapacità di azione”.

“Adesso Sindaco chi paga per ripulire i muri? Chi risarcisce i commercianti e/o le famiglie private danneggiate? Si è reso conto delle conseguenze che hanno portato le sue dichiarazioni?”, si domandano i forzanovisti dopo il silenzio di Murzzarelli a seguito di quanto accaduto ieri in città.

“Infine – concludono i militanti di estrema destra – ci saremmo quanto meno aspettati le scuse pubbliche, perché la morte non la si augura a nessuno e soprattutto da persone come lei che si ergono paladini della democrazia e della libertà di pensiero e di parola”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

Torna su
ModenaToday è in caricamento