rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Politica Caduti in Guerra / Viale Martiri della Libertà

Provincia, l'assessore Ori lascerà l'incarico il primo di ottobre

Oggi pomeriggio il congedo dal consiglio provinciale. Le deleghe (Formazione professionale e Mercato del lavoro) passano ad interim al presidente Sabattini, in attesa di una sua decisione sulla loro redistribuzione

Si è congedato dal Consiglio provinciale nella seduta di mercoledì 25 settembre, durante la quale ha risposto ad alcune interpellanze, l’assessore alla Formazione professionale e Mercato del lavoro, Francesco Ori, che rassegnerà l’incarico a partire da martedì 1 ottobre per sopraggiunti motivi professionali.

Ori ha ringraziato il Consiglio «nel quale ho trovato sempre la massima responsabilità nell’affrontare situazioni di crisi aziendali che hanno interessato migliaia di lavoratori», il presidente Sabattini «per la fiducia accordata» e i colleghi di Giunta «per aver condiviso una bellissima esperienza professionale». Ha ringraziato inoltre «i dipendenti della Provincia che hanno dato un contributo importante». A conclusione del breve intervento di saluto, il presidente del Consiglio Demos Malavasi e i gruppi consiliari hanno ringraziato Ori per il lavoro svolto.

Nel salutare l’assessore dimissionario, durante l’ultima riunione della Giunta provinciale di martedì 24 settembre, il presidente della Provincia Emilio Sabattini aveva ringraziato Ori «per l’impegno e la competenza con cui ha gestito in questi anni difficilissimi le politiche per il lavoro, in una fase di crisi e di profonda trasformazione della realtà industriale e, di conseguenza, dell’occupazione». Ha ricordato inoltre «la generosità con cui ha accettato qualche mese fa di assumere anche le deleghe all’Istruzione e alle Politiche giovanili, in sostituzione di Elena Malaguti». Le deleghe di Ori passano ad interim al presidente Sabattini, in attesa  di una sua decisione sulla loro redistribuzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia, l'assessore Ori lascerà l'incarico il primo di ottobre

ModenaToday è in caricamento