rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Politica Centro Storico / Via Emilia Centro

Defibrillatori mancanti in centro storico, "A un anno dalla segnalazione nulla è cambiato"

La protesta di Fratelli d'Italia, che mette di nuovo in evidenza la sparizione dei dispositivi salvavita dalle apposite colonnine installate a Modena

“Quasi un anno fa denunciavamo le condizioni in cui versavano le colonnine contenenti i defibrillatori e in tutti questi mesi nulla è cambiato. Una vergogna sotto gli occhi di tutti”. A parlare è Luca Negrini, presidente cittadino di Fratelli d’Italia: “Ci domandiamo come sia possibile che nessuno sia intervenuto e come sia possibile che  il Sindaco, gli Assessori e gli appartenenti alla maggioranza non si siano accorti di nulla in tutto questo tempo. Ipotesi poco credibile data la posizione centrale e ben visibile delle colonnine che continuano a fungere da pattumiere nel silenzio generale di tutti".

"Vergognoso è il mancato intervento dell’Amministrazione soprattutto se si pensa che molti di questi apparecchi salvavita sono stati donati grazie alla grande generosità di associazioni che hanno raccolto i fondi necessari. La tutela di un bene così prezioso per la comunità dovrebbe essere prioritaria per chi amministra, come prioritario doveva essere il ripristino delle colonnine vandalizzate - aggiunge il meloniano - Così non è stato né per la collanina sita in via Emilia all’altezza dell’edicola, né per quella in piazza Matteotti".

Fratelli d’Italia chiede nuovamente che siano ripristinati i defibrillatori mancanti e che siano eseguiti interventi di ripristino delle colonnine vandalizzate, necessarie a garantire la giusta conservazione in sicurezza  degli apparecchi siti all’interno delle stesse. Inutile ricordare la strategica funzione dei defibrillatori.

"Rimaniamo basiti da come sia evidentemente sottovalutata l’importanza di una corretta manutenzione e gestione di questi apparecchi. Infine invitiamo Muzzarelli a prendere finalmente in considerazione la situazione dei defibrillatori in città e a procedere  ad un intervento celere finalizzato a sistemare la questione, ricordando infine al Primo cittadino che scegliere di non intervenire equivale ad essere complice di chi crea incuria e degrado in città”, conclude Negrini".

La colonnina in piazza Matteotti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Defibrillatori mancanti in centro storico, "A un anno dalla segnalazione nulla è cambiato"

ModenaToday è in caricamento