rotate-mobile
Politica San Felice sul Panaro

Gas Rivara, Muzzarelli: "Il Ministro dell'Ambiente tolga ogni dubbio"

La Regione ha già espresso fortemente la contrarietà al sito di Rivara, ora si aspetta solo il definitivo 'no' da parte del Ministro Clini dopo la contrarietà del Ministero dello Sviluppo Economico

Il caso del sito 'Rivara' per il deposito di gas, sembrava ormai chiuso dopo il parere negativo da parte del Ministero dello Sviluppo Economico e la volontà delle istituzioni regionali di ripensare il progetto. Alcuni dubbi però restano e l'assessore regionale Gian Carlo Muzzarelli ha inviato oggi al Ministro dell'Ambiente, Corrado Clini, una lettera con cui chiede un pronunciamento ufficiale anche del suo Ministero: "Sarebbe un atto - scrive l'assessore regionale nella missiva- che toglierebbe ogni dubbio residuo legato a procedure e decisioni del Governo di riportare a Roma le competenze in materia di energia". L'assessore è convinto che le parole definitive del Ministro possano essere oltre che il termine definitivo della questione, anche una rassicurazione per le popolazioni che sono spaventate all'idea che, nonostante la pericolosità sismica del sito, il caso si possa riaprire. 

La questione resta complessa è va oltre il caso specifico del sito di Rivara, ma concerne anche e soprattutto alle competenza politico-istituzionali in materia di energia, per questa ragione, e preso atto delle "criticità ambientali che caratterizzano il sito di localizzazione del deposito e che sono state drammaticamente confermate dai recenti eventi sismici", alcuni consiglieri di maggioranza Palma Costi (prima firmataria), Marco Monari e Luciano Vecchi, tutti del Pd, Gabriella Meo (Sel-Verdi) e Monica Donini (Fds), attraverso una risoluzione alla Giunta chiedono che la Regione Emilia-Romagna debba "ribadire ulteriormente al ministero dell'Ambiente la necessità di chiudere negativamente, quanto prima e in via definitiva, a prescindere da qualsiasi ulteriore accertamento preliminare, la procedura di Valutazione di impatto ambientale aperta sul progetto del deposito di gas in acquifero profondo in località Rivara, presentato da Erg".

I consiglieri ricordano sia "l'assoluta contrarietà al progetto già espressa più volte e riconfermata" da parte della Regione, sia il fatto che "per il ministero dell'Ambiente si è concluso con esito negativo l'iter amministrativo della domanda di verifica di fattibilità, e non risulta pertanto necessario alcun ulteriore atto".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gas Rivara, Muzzarelli: "Il Ministro dell'Ambiente tolga ogni dubbio"

ModenaToday è in caricamento