"Deposito Seta nel degrado", il M5S chiede l'intervento dell'Ausl

Giulia Gibertoni chiede un’ispezione dell’AUSL per verificare la salubrità delle condizioni igienico-sanitarie della struttura. “Dalla mia prima denuncia di tre anni fa non è cambiato nulla”. Chiesta chiarezza anche sull’utilizzo di questi giorni dei bus extraurbani per le tratte cittadine"

"A più di tre anni dalla mia prima denuncia, le condizioni di degrado all’interno del deposito bus di Seta a Modena non sembrano essere migliorate. Ecco perché sarebbe opportuno che l’AUSL facesse un immediato sopralluogo per verificare la salubrità delle condizioni igienico-sanitarie della struttura. Vedere ancora immagini di guano di piccione, sporcizia, mezzi e parti di essiabbandonati non è più tollerabile”. Giulia Gibertoni torna ad accendere i riflettori sul deposito bus Seta di Modena: anche questa volta, fotografie alla mano, si denuncia quello che sembra essere uno stato di abbandono e degrado della struttura.

“Quando a giugno del 2016 sollevai il caso, i vertici di SETA prima si preoccuparono di capire come avessi fatto a procurarmi il materiale che testimoniava le condizioni precarie del deposito e dei bus parcheggiati, poi si impegnarono per una risoluzione del caso – spiega Gibertoni – Da allora sono passati tre anni ma le nuove immagini non sembrano raccontare una situazione molto diversa. Per questo credo che sia opportuno chiedere un immediato intervento dell’AUSL affinché con un sopralluogo accerti le reali condizioni della struttura”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giulia Gibertoni chiede spiegazioni anche per quel che riguarda la scelta da parte di Seta di utilizzare gli autobus extraurbani al posto di quelli urbani perché su quest’ultimi si sarebbero registrati dei problemi per la mancanza dell'aria condizionata. “Quello che si dovrebbe capire è se questi mezzi siano omologati per il trasporto urbano conclude Giulia Gibertoni - Da settembre, quando con la ripresa delle scuole questi bus molto probabilmente torneranno in servizio altrove, è previsto che gli altri vengano riparati rimettendoli in perfetta efficienza o si procederà sempre mettendo delle vere e proprie toppe a base di fil di ferro e scotch  qua e là come ormai Seta ci sta abituando da troppo tempo?”. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Modena usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo amore per Nicoletta Mantovani, la vedova Pavarotti sposa a settembre

  • Incidente in via Pancaldi, non ce l'ha fatta lo scooterista di 55 anni

  • Coronavirus, 39 nuovi casi positivi in regione: 10 sono a Modena

  • Coronavirus, 69 nuovi casi in regione. La metà tra Bologna e Reggio Emilia

  • Coronavirus. Tampone obbligatorio per chi rientra da Spagna, Grecia, Croazia e Malta

  • Covid, famiglie e imprese dovranno segnalare i rientri dall'estero. Poi quarantena in hotel

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento