rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica Medolla / Via Grande, 1

Otto assessori per la Giunta Muzzarelli, al lavoro da lunedì

La squadra di governo del sindaco Muzzarelli rappresenta diffusamente le diverse anime dell'alleanza elettorale, con diversi nomi alla prima assoluta. Confermato l'uscente Giacobazzi, che gestirà i Lavori Pubblici

Otto assessori, quattro donne e quattro uomini, alcuni alla prima esperienza amministrativa, ma tutti con un profilo politico o professionale che, per competenze e capacità di innovazione nei rispettivi ambiti, li rende “adatti a governare, non a stupire", dal momento che "la politica non è un varietà”. Sono le caratteristiche e la filosofia della nuova giunta del Comune di Modena delineate dal sindaco Gian Carlo Muzzarelli nel corso della prima seduta del Consiglio comunale di oggi, e tradotte in nomi e cognomi nel primissimo pomeriggio.

Per sé il sindaco tiene le deleghe a Sicurezza e Legalità, Europa e Cooperazione internazionale. Vicesindaco è Gianpietro Cavazza con responsabilità su Cultura, Rapporto con l’Università e Scuola. Gli altri assessori sono: Anna Maria Vandelli (Urbanistica, Edilizia, Politiche abitative, Aree produttive), Giulio Guerzoni, (Sport, Politiche giovanili, Ambiente, Politiche energetiche e Servizi civili, Protezione civile e Volontariato), Gabriele Giacobazzi (Lavori pubblici, Patrimonio, Infrastrutture e Reti, Mobilità, Sicurezza del Territorio), Ingrid Caporioni (Lavoro, Formazione professionale, Partecipazione, Quartieri, Centro storico, Pari opportunità), Ludovica Carla Ferrari (Bilancio, Finanze, Tributi, Sistemi informatici e Smart city, Personale, Riforma Pubblica Amministrazione), Giuliana Urbelli (Coesione sociale, Sanità, Welfare, Integrazione e Cittadinanza), Tommaso Rotella (Attività economiche - turismo, commercio, agricoltura, artigianato, Pmi e cooperazione - Promozione della città). In questa pagina i profili completi dei nuovi assessori.

Questa è la Giunta del Sindaco Muzzarelli - ha spiegato con toni decisi il diretto interessato - per formare la quale ho tenuto conto del pluralismo del centrosinistra, ma nessun nome mi è stato imposto ed io solo porto la responsabilità delle mie scelte. Ho compiuto scelte politiche per assicurare amministratori capaci e preparati, perchè, i tecnici nella pubblica amministrazione ci sono già e hanno un'altra funzione". Muzzarelli ha più volte sottolineato la necessità di un'azione amministrativa collegiale: "La giunta non è il trampolino di lancio per altre ambizioni - ha rimarcato come nel discorso di insediamento tenuto in mattinata - Deve essere un riferimento per la città, un organo capace di ascoltare con più orecchie, vedere con più occhi, pensare con più teste, ma parlare con una voce sola".

La neonata Giunta, i cui componenti si incontreranno per la prima volta tutti insieme nella mattina di domani per un tavolo informale, avvierà i lavori ufficiali già da lunedì 23 giugno. "La mia esperienza servirà a tenere il fiato sul collo agli assessori, per seguirli, aiutarli e stimolarli - ha concluso il sindaco - Finalmente apriamo una fase nuova, fatta di scelte vere e realizzabili".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Otto assessori per la Giunta Muzzarelli, al lavoro da lunedì

ModenaToday è in caricamento