rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Politica Via Alessandro Cavazza

Inceneritore, Hera rinuncia ufficialmente alla terza linea

Il Presidente della Provincia Sabattini: “L'impianto resterà quello attuale"

Il termovalorizzatore di via Cavazza rimarrà quello attuale, con la sola linea attiva oggi esistente. Lo ha comunicato Herambiente Spa con una lettera alla Provincia di Modena in cui si esprime ufficialmente la rinuncia a realizzare la terza linea dell'impianto prevista nell'autorizzazione della Provincia. Il gestore, inoltre, presenterà nei prossimi mesi un programma definitivo di assestamento dell'area impiantistica in oggetto.

“E' la conferma ufficiale - sottolinea Emilio Sabattini, presidente della Provincia di Modena - a quanto avevamo già annunciato in passato. Si tratta della conseguenza procedurale di una scelta politica chiara e responsabile, assunta già più di un anno fa e ribadita più volte”.

Sulla base dei dati dell'Osservatorio provinciale, relativi al 2013, emerge che delle oltre 182 mila tonnellate (erano 191 mila nel 2012) raccolte in modo indifferenziato, quasi 121 mila tonnellate, pari al 27,3 per cento del totale dei rifiuti urbani prodotti, sono finite nel termovalorizzatore di Modena, circa cinque mila tonnellate (pari all' 1,2 per cento del totale) all’impianto di selezione e biostabilizzazione di Carpi e il resto, circa 56 mila tonnellate (pari al 12,7 per cento del totale) è finito nelle quattro discariche attive nel 2013 nel modenese: Carpi e Mirandola (Aimag), Finale Emilia (Feronia) e Zocca (Hera).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inceneritore, Hera rinuncia ufficialmente alla terza linea

ModenaToday è in caricamento