Politica

Imprese Modena: l'interrogazione della Lega sul Tecnopolo di Spilamberto

Un'interrogazione dell'esponente del Carroccio chiede una precisa rendicontazione sul Tecnopolo di Spilameberto inaugurato nel 2015

"Quante aziende ci operano? Quali servizi di consulenza sono state loro offerte? Quali sono le sinergie proposte o le risorse messe a disposizione?"

Sono alcune delle domande che il consigliere Simone Pelloni (Lega) rivolge all'amministrazione regionale per sapere, in un'interrogazione, quale sia la situazione della sede del Tecnopolo di Modena per l’Unione Terre di Castelli ubicata a Spilamberto e inaugurata nel 2015.

"Ad oggi -spiega Pelloni- l’attività del Tecnopolo dell’Unione Terre di Castelli rasenta valori vitali minimi, al limite dell’inutilizzo. Si rende pertanto necessaria una radicale azione di rinnovamento della struttura, patrimonio di opportunità per l’intero territorio dell’Unione Terre di Castelli per la quale diversi enti hanno investito negli anni un ingente quantità di risorse pubbliche".

"Da qui l'atto ispettivo per sapere, fra le altre informazioni, quali aziende sono attualmente incubate, come sono state accompagnate nel mondo dell'imprenditoria le imprese incubate, quali finanziamenti hanno ottenuto o quali sono stati proposti alle imprese incubate con il supporto dell'incubatore Knowbel nonché quali servizi di consulenza strategica sono stati forniti alle start up incubate". Poi ancora: "In che modo sono state condivise le esperienze di know how delle start up incubate con l’imprenditoria del territorio, al fine di migliorare e sviluppare i progetti di impresa, e quali servizi di consulenza per la definizione di un valido business plan sono stati forniti alle imprese incubate".

Pelloni, inoltre, interroga la Regione per sapere "se l'incubatore ha fornito uno o più servizi tra quelli di seguito elencati: la creazione di lavoro e ricchezza, lo sviluppo di un vero sistema imprenditoriale, la commercializzazione della tecnologia, la differenziazione delle economie locali, la creazione e lo sviluppo di aziende e l'individuazione di opportunità di business spin-in o spin-out".

Da parte del consigliere c'è una forte attenzione al tema "salute-Coronavirus", tanto che chiede all'esecutivo regionale di indicare "quando è prevista la riapertura degli spazi interni a seguito della chiusura per ragioni sanitarie a marzo 2020 (aula formazione, coworking, cucina) e se viene svolta regolare attività di sanificazione all’interno dei locali del Tecnopolo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprese Modena: l'interrogazione della Lega sul Tecnopolo di Spilamberto

ModenaToday è in caricamento