Muzzarelli incontra il nuovo Rettore, il punto su alloggi e spazi per la didattica

Muzzarelli ha incontrato in Università il professor Porro. Attenzione al tema degli alloggi per universitari: presto disponibili 16 all’R-Nord

La conferma dell’impegno per rendere Modena sempre più “città universitaria” e uno sguardo ai progetti nei quali Comune e Università stanno collaborando. Sono i principali contenuti dell’incontro nella sede dell’Università tra il sindaco Gian Carlo Muzzarelli e il Rettore di Unimore Carlo Adolfo Porro che si è svolto oggi, martedì 5 novembre.

Oltre agli auguri di buon lavoro, il sindaco ha voluto sottolineare l’importanza dell’Ateneo per le studentesse e gli studenti che lo frequentano, ma anche per la città e l’intera comunità modenese.

Rettore e sindaco hanno condiviso la priorità della questione degli alloggi per studenti e Muzzarelli ha ricordato che nelle prossime settimane inizieranno a essere disponibili i primi 16 alloggi (in tutto 27 posti letto) di quelli previsti all’R-Nord, dove si stanno predisponendo complessivamente strutture per 70 posti letto. Sono in corso anche approfondimenti in altre zone della città.

Comune e Università, inoltre, hanno sviluppato una riflessione su possibili investimenti condivisi per maggiori spazi delle attività accademiche in città, e tra questi c’è anche l’ipotesi di utilizzo dell'Auditorium Beccaria in via Razzaboni (ex Hera). 

Per una prospettiva di sviluppo continuo dell'Ateneo, si è fatto il punto in merito ai lavori presso la Facoltà di Economia e Commercio al Foro Boario, il completamento del complesso San Paolo e il futuro del campus universitario di via Campi / via Vignolese, sia per quanto riguarda gli alloggi che gli spazi accademici e amministrativi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, anche a seguito della presentazione del piano di rigenerazione delle ex Fonderie riunite, con la firma dell'Accordo di programma tra Regione e Comune, si è ribadito l’impegno a sviluppare in quell'area il Distretto per l’Accelerazione e lo Sviluppo della Tecnologia (Dast).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le creme solari pericolose per la salute: 4 sostanze fondamentali

  • Contagio, due nuovi casi a Carpi e Castelvetro. Deceduta una 54enne

  • Covid. In Emilia-Romagna oggi 31 casi e 7 decessi

  • Contagio, nel modenese quattro nuovi casi e un ricovero in Terapia Intensiva

  • Coronavirus, 13 nuovi positivi asintomatici in Regione. Undici i decessi

  • Carpi, da domani attivi i nuovi fotored. Presto altri quattro incroci monitorati

Torna su
ModenaToday è in caricamento