menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Informazione locale, Il Sindaco: “Giornali, radio, tv, e siti internet d’informazione sono punto di riferimento importante per i cittadini"

Il sindaco Muzzarelli in Consiglio rispondendo a un’interrogazione sulla vendita della Gazzetta di Modena: “Oltre le notizie, il racconto delle persone: non solo numeri”

L’informazione locale rappresenta “un elemento prezioso nel garantire legami di comunità e penso che a Modena questo sia stato ampiamente dimostrato per come si sta affrontando la pandemia”. Lo ha affermato il sindaco Gian Carlo Muzzarelli rispondendo in Consiglio comunale a un’interrogazione sulla vendita della Gazzetta di Modena da parte del gruppo Gedi, presentata da Ilaria Franchini del Pd sottolineando la necessità di tutelare la qualità dell’informazione e le garanzie occupazionali “con attenzione ai redattori del giornale e ai collaboratori”.

Il sindaco ha ripercorso le vicende che hanno portato alla cessione della testata al gruppo editoriale Sae (Sapere Aude Editori), insieme al Tirreno, alla Gazzetta di Reggio e alla Nuova di Ferrara, con un nuovo direttore, Giacomo Bedeschi, che dal 15 dicembre guida i giornali di Modena, Reggio e Ferrara, e un accordo chiuso a livello sindacale che offre garanzie sul mantenimento dei livelli occupazionali.

“Abbiamo seguito con attenzione tutto il percorso – ha spiegato Muzzarelli – in stretto contatto con il sindacato dei giornalisti, la Regione il comitato di redazione della Gazzetta, che avevo incontrato in occasione dello sciopero, quando anche il Consiglio comunale aveva espresso solidarietà ai giornalisti. L’accordo raggiunto è stato considerato un buon accordo per questa fase, ma, come è stato sottolineato anche nel tradizionale incontro con l’Associazione stampa modenese che si è svolto on line il 23 dicembre, si tratta solo del primo tempo. Ora è necessario vigilare sul mantenimento degli impegni e, soprattutto, far sì che con gli accordi di secondo livello si possano garantire, appunto, la salvaguardia dell’occupazione (con attenzione anche ai collaboratori), l’autonomia della testata e la qualità dell’informazione”.

Nel ricordare l’importanza dell’informazione locale, il sindaco ha evidenziato come, in questo momento, “I giornali, le radio e le tv, i siti internet d’informazione stanno rappresentando un punto di riferimento importante per i cittadini per andare oltre il confuso rincorrersi delle voci sui Social dove, come ha spiegato molto bene il direttore Bedeschi nell’editoriale della Vigilia di Natale, trovano spazio fake news e commenti d’odio”. Secondo Muzzarelli, però, l’informazione locale è risultato preziosa anche perché, oltre alle notizie e ai dati, “ha saputo raccontare le tante vicende di generosità del nostro territorio, le storie delle persone, anche delle vittime, affinché non rimanessero solo numeri di una statistica”.

Il sindaco ha anche ringraziato tutti i giornalisti e le testate che “in questi mesi, condividendo le difficoltà che abbiamo tutti nel lavoro quotidiano, hanno cercato di svolgere il loro dovere d’informare con responsabilità e rigore nella scelta delle parole e delle immagini, senza inutili enfatizzazioni. Evitando così che il doveroso allarme per l’emergenza si trasformasse in allarmismo”.

La consigliera Franchini ha condiviso le valutazioni del sindaco e ha sottolineato che, in un quadro della situazione dell’editoria sicuramente difficile, la Gazzetta è un giornale tutt’altro che in crisi e rappresenta per la città “un patrimonio importante di sapere e di storia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento