rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Politica

Stop al servizio di car sharing, M5S: "Valutare inadempienze dell'azienda"

Dopo l'annuncio di Share'nGo di sospendere l'attività sotto la Ghirlandina, i pentastellati interrogano l'Amministrazione comunale sui vincoli contrattuali

Il gruppo consiliare 5 stelle (Giovanni Silingardi, Andrea Giordani, Enrica Manenti) ha depositato un'interrogazione a seguito dell'annuncio effettuato ai suoi utenti da Share'nGo,  che ha interrotto l'attività di car sharing avviata in accordo con il comune nell'estate del 2017.

L'azienda che gestisce le piccole automobili elettriche anche in altre città, Cs Group spa, ha spiegato che i danni della grandine sulla flotta di veicoli sono stati tali da rendere impossibile proseguire il servizio, posto il fatto che il rinnovo del parco auto non sarebbe sostenibile.

Nell'interrogazion i pentastellati ricordano che il piano della mobilità sostenibile adottato dalla giunta Muzzarelli aveva giudicato positivamente Sharengo, segnato da "un costante incremento di utenti e corse effettuate", valutando la possibilità di estenderlo dopo averlo sperimentato (con 6.500 utenti). 

Posto che il Comune ha impegnato tra l'altro 21.960 euro per le opere concordate con il gestore, in un'ottica di durata quadriennale del servizio, fra l'altro esentandolo dalla Tosap e garantendogli spazi, il gruppo M5s chiede alla giunta di verificare "gli estremi di un inadempimento da parte di Cs Group spa" e di spiegare se e quali azioni siano state previste "per recuperare le somme erogate". E ancora: "Come e' stato utilizzato, nel dettaglio, il contributo di 50.000 euro ricevuto nel 2014 per lo sviluppo del progetto Transition cities-car sharing elettrico?", si precisa nell'interrogazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop al servizio di car sharing, M5S: "Valutare inadempienze dell'azienda"

ModenaToday è in caricamento