rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica

Anche sotto la Ghirlandina debutta il movimento Italia in Comune

Inaugurata la sezione modenese del movimento di Pizzarotti

Il 7 gennaio si è costituita la sezione provinciale di Modena di Italia in Comune, il movimento nato su impulso del sindaco di Parma Federico Pizzarotti, che sta provando a darsi una connottazione nazionale. "Persone normali, con un lavoro e una famiglia, hanno deciso di attivarsi in prima persona: aprire alle intelligenze locali, valorizzare le competenze, le capacità e la volontà di fare, impegnandosi al servizio della collettività. Vogliamo ridare dignità all'impegno politico, in modo che la politica possa essere vissuta da ogni cittadino - si legge nella nota di presentazione - Non ci interessa la politica urlata, non inseguiamo il consenso ad ogni costo, ci interessa il bene comune, quello della nostra comunità, ma anche quello di chi verrà in futuro. Vogliamo proporre una politica seria, che ragiona in tempi medi e lunghi, nei tempi dei cambiamenti veri. Non ci interessa la politica semplicemente contro, non vogliamo rottamare ma costruire".

 Anche sotto la Ghirlandina, dunque, si fa strada il progetto civico che punta alle elezioni amministrative di primavera. Membri fondatori di Modena in Comune sono Roberto Adani, designato Coordinatore di Sezione, Giovanni Desantis, nominato Presidente dell'Assemblea, Walter Parenti, nominato Tesoriere, Alberto Poppi, nominato Responsabile Comunicazione, Andrea Casoni, nominato Responsabile Webgrafico.

"Ci riconosciamo nei principi che sono alla base della Costituzione Italiana, specie per quanto non è ancora attuato. Per noi la dignità dei cittadini e la piena realizzazione dei diritti umani sono valori imprescindibili - spiegano i fondatori - Crediamo nell'Italia dei comuni e delle comunità. Per noi il principio di sussidiarietà sta alla base del decentramento. Le persone e le comunità hanno il diritto di realizzare ciò che possono grazie alla loro libera iniziativa.Crediamo che etica, legalità, responsabilità e competenze siano componenti imprescindibili di una politica seria, onesta ed in grado di assumersi l'onere del governare L'Europa è la casa di tutti noi, figli di popoli e culture diverse, culla della nostra civiltà. L'Europa è il nostro futuro. Vogliamo lavorare per una città vivibile, accogliente, moderna, innovativa,sostenibile, capace di essere orgogliosa e consapevole della propria storia e di reinventare il proprio futuro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche sotto la Ghirlandina debutta il movimento Italia in Comune

ModenaToday è in caricamento