rotate-mobile
Politica

Kyenge contro Salvini: "Sanzionare i partiti razzisti"

L'europarlamentare Cecile Kyenge: "Sanzionare quei partiti o quei gruppi politici o non politici che si fanno portavoce di discorsi che contengono un contenuto razzista o fascista". E chiede di rafforzare la Legge Mancino

" Sanzionare quei partiti o quei gruppi politici o non politici che si fanno portavoce di discorsi che contengono un contenuto razzista o fascista. Esiste la Legge Mancino, che per prima cosa va applicata ma che va anche rafforzata. La mia impressione e' che non c'e' la consapevolezza che esiste in Italia una norma che regola il vivere civile".

Queste sono le parole dell’europarlamentare sponda Pd che hanno fatto seguito alla manifestazione di Lega Nord di pochi giorni fa a Roma. Ciò che ha fatto più rumore in occasione dell’adunata del Carroccio nella capitale è stata anche la presenza di Casapound, noto movimento politico di estrema destra. 

Il segretario del partito leghista non ha risparmiato nessuno nel suo discorso colpendo Renzi (definito da Salvini come un “sciocco servo dell’Ue”) ma anche, inevitabilmente, gli immigrati oggi, argomento principe e cavallo di battaglia elettorale di Lega Nord ma non solo. In seguito alle dichiarazioni di Salvini ha fatto il suo intervento Cecile Kyenge, oggi europarlamentare e coordinatrice del rapporto sui flussi migratori nel Mediterraneo per l’Ue. L’ex ministro per l’Integrazione, come spesso accade, si lanciata in dichiarazioni a difesa delle minoranze etniche, per l’occasione oggi tutti coloro che lasciano i Paesi del Nord-Africa per approdare in Italia.

Salvini si è scagliato contro Rom e musulmani e la Kyenge non si è certo tirata indietro pretendendo sanzioni per tutti coloro che pronunciano frasi razziste e fasciste. Ma quello che, in questo caso, c’è da chiedersi è: ma cos’ha detto Salvini di razzista o fascista? Il segretario del Carroccio, usando i tipici appassionati e folkloristici toni leghisti, ha sostenuto che non è giusto che ci sia qualcuno che vive sulle spalle degli italiani senza contribuire alla vita della comunità e che l’Italia oggi non è più in grado di sopportare, al momento, nuovi immigrati vista la condizione non eccellente in cui versa, nonostante ci siano timidi segni di ripresa. È evidente che i toni usati da Salvini non sono i più adatti, non può la Guardia Costiera  fermare un barcone e riportarlo da dove è partito, ma la critica rivoltagli dall’europarlamentare stavolta non solo è ingiusta ma non ha nemmeno fondamento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kyenge contro Salvini: "Sanzionare i partiti razzisti"

ModenaToday è in caricamento