rotate-mobile
Politica Sassuolo

Distretto ceramico, Lapam: “Ora accelerare sul progetto di area vasta”

L'associazione di categoria scrive ai neoeletti sindaci del Distretto per sollecitare l'aggregazione fra i comuni, sconfinando anche nella provincia di Reggio Emilia

Le elezioni amministrative sono alle spalle e ora è il momento di dare impulso al progetto di area vasta a partire dall'Unione dei comuni del Distretto ma arrivando alla cosiddetta ‘città Distretto’ che allarga i confini al territorio della limitrofa provincia di Reggio Emilia. Gli imprenditori hanno bisogno di risposte coerenti sul territorio e siamo convinti che ora sia il tempo giusto per accelerare sotto questo punto di vista. 

“Noi, come Lapam Confartigianato, già da tempo ragioniamo in questo modo e l’unione tra Modena e Reggio Emilia va proprio in questa direzione. Ci auguriamo che anche le amministrazioni comunali si impegnino affinchè i confini territoriali non diventino un ostacolo alla voglia di intraprendere degli imprenditori dell’area”. Lapam Confartigianato della Zona di Sassuolo fa il punto dopo le elezioni amministrative che hanno caratterizzato i quattro comuni del Distretto ceramico e gli altri della zona appena oltre il Secchia.

I sindaci eletti, già in campagna elettorale, hanno più volte spiegato come avrebbero lavorato in ottica unitaria in caso di elezione. Bene – prosegue Lapam – è tempo di dare gambe a queste promesse prendendo seriamente in mano il tema. E' chiaro che per sburocratizzare e rendere più semplice la vita delle imprese e dei cittadini del Distretto è necessario procedere speditamente nell'uniformare regolamenti e pratiche, ma anche dare maggiore impulso all'Unione dei comuni tout court. Il doppio vantaggio che si viene a creare è che, da una parte, i neo sindaci di qua e di là dal Secchia hanno appunto già promesso di impegnarsi a fondo su questo piano e, dall'altra, che si può fare tesoro degli errori di altre unioni di comuni per far sì che le gestioni in forma associata portino effettivamente risparmi sotto il profilo economico e miglioramenti in termini di minore burocrazia e maggiore efficienza”.

“Ora – conclude Lapam Zona di Sassuolo – è davvero però il tempo di agire. Noi saremo attenti a monitorare e a incentivare le scelte delle amministrazioni e dell'Unione in prima battuta e della ‘città Distretto’ in chiave più ampia e ci auguriamo che vadano nella giusta direzione, che coincide con quella del rilancio dell'economia”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distretto ceramico, Lapam: “Ora accelerare sul progetto di area vasta”

ModenaToday è in caricamento