Lapam: “Inaccettabile tenere chiusi parrucchieri ed estetisti fino al primo giugno”

Lapam Benessere lancia un appello sostenendo che sia “inaccettabile” tenere chiuse le attività del settore benessere e cura della persona fino al primo giugno. Santunione: “non accettiamo un altro mese di fermo!”

Incomprensibile e inaccettabile”. Così il presidente Lapam Confartigianato Benessere, Giancarlo Santunione, definisce la decisione del Governo, annunciata ieri in serata, di rinviare al primo giugno la riapertura di acconciatori e centri estetici.

“Con senso di responsabilità – sostiene Santunione – abbiamo elaborato e presentato proposte dettagliate su come tornare a svolgere queste attività osservando scrupolosamente le indicazioni delle autorità sanitarie su distanziamento, dispositivi di protezione individuale pulizia, sanificazione. Proposte che penalizzano fortemente le nostre possibilità di ricavo, ma che abbiamo formulato perché siamo consapevoli al momento della loro necessità. Tuttavia –prosegue Santunione- non abbiamo ricevuto alcuna risposta. E ora non accettiamo che le attenzioni del Governo siano rivolte ad altri settori e si limitino ad una incomprensibile dilazione per le nostre attività, mentre assistiamo al proliferare di una illegalità diffusa a scapito di chi rispetta le norme (fiscali, igieniche e di sicurezza)”. In merito a ciò il presidente Lapam ricorda che per parrucchieri ed estetisti non è consentita attività a domicilio.

“Del resto –prosegue-  al primo giugno cosa potremo fare di più rispetto ad oggi in termini di sicurezza? Si può far stare fermi, con costi continui e ricavi azzerati per gli interi mesi di marzo, aprile, maggio? No, non ci stiamo. Finora siamo stati alle regole, ma la prospettiva di un altro mese e più di fermo obbligato non l’accettiamo. In questo modo – conclude amaramente il presidente di Lapam Benessere – le uniche attività che resteranno aperte saranno quelle abusive…”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Rapina nella villa di Luca Toni, famiglia legata e minacciata con la pistola

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, 1.413 contagi in regione. A Modena i numeri raddoppiano

  • Coronavirus. 1.212 nuovi positivi e 14 decessi in regione. Modena prima provincia

  • Contagi, 123 casi nel modenese: 2 in Terapia Intensiva. Quattro decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento