rotate-mobile
Politica Via Ferruccio Lamborghini

Sottopasso ex Benfra, la palude resterà fino all'autunno

Ancora un anno prima di veder realizzato e percorribile il sottopasso ferroviario tra la Crocetta e il nuovo direzionale delle ex acciaierie. Lo ha annunciato l’assessore Giacobazzi rispondendo al consigliere Bortolotti (M5s)

“I lavori di completamento del sottopasso ex Benfra, prenderanno inizio in autunno e dureranno circa sei mesi, con conclusione prevista a primavera 2016”. Lo ha detto l’assessore alla Mobilità e Lavori Pubblici del Comune di Modena Gabriele Giacobazzi rispondendo, nella seduta del Consiglio comunale di giovedì 21 maggio, all’interrogazione del Movimento 5 stelle, presentata dal capogruppo Marco Bortolotti.

Il consigliere ha chiesto in particolare qual è lo stato di avanzamento del progetto del sottopasso ciclopedonale della linea ferroviaria Milano-Bologna tra i comparti ex Benfra ed ex Acciaierie, se i lavori di completamento dell’opera sono stati assegnati, e qual è la data di inizio e fine intervento. Bortolotti ha ricordato che da progetto “sono previste due nuove strade in affiancamento alla linea ferroviaria: la Gronda Nord dal lato del comparto Benfra e la Gronda sud dal lato del comparto Acciaierie” e come, nell’ambito della realizzazione delle opere connesse alla Gronda sud, sia stato realizzato un primo stralcio del sottopassaggio “attualmente in stato di abbandono e degrado, con la presenza di un acquitrino che tra poco si trasformerà in un vero e proprio vivaio di insetti e zanzare tigre” e “in condizione di scarsa sicurezza”.

L’assessore Giacobazzi ha evidenziato che “si tratta di una priorità per l’Amministrazione per andare a collegare due aree della città divise da tempo dalla linea ferroviaria. L’opera – ha proseguito – è prevista nel Piano investimenti 2015 per un importo di 530 mila euro ed è attualmente in corso la definizione del progetto esecutivo, che sarà approvato dalla Giunta comunale entro il mese di giugno e sul quale saranno avviate le procedure per l’aggiudicazione non appena verrà certificata la disponibilità delle risorse. Il progetto – ha proseguito l’assessore – rispetto alla prima versione che risale a oltre 10 anni fa, periodo in cui le disponibilità dell’Amministrazione erano maggiori, è stato reso essenziale e non comprende più la realizzazione dell’ascensore”. Giacobazzi ha infine riconosciuto che “l’impianto di messa in sicurezza rispetto alle acque meteoriche è insufficiente. Non appena possibile procederemo all’appalto e all’avvio dei lavori”.

Palude nel sottopasso ex Benfra - Modena 08/08/2014

Nella replica, il consigliere Bortolotti ha ammesso di “sperare in qualcosa di meglio, ma prendersi l’impegno è comunque importante – ha aggiunto – e mi fa piacere sentire che l’opera viene considerata una priorità, in quanto potrà risolvere diversi problemi. Il ristagno delle acque in questa stagione è particolarmente problematico per la vivibilità del quartiere – ha affermato – e il fatto che in progetto non ci sia più l’ascensore non è così rilevante dal momento che la rampa, in termini di pendenza, presenta caratteristiche di accesso semplificato e sicuro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sottopasso ex Benfra, la palude resterà fino all'autunno

ModenaToday è in caricamento