Politica Crocetta / Viale Antonio Gramsci

Viale Gramsci, flash mob della lega per dire "stop alla mafia nigeriana"

Sabato 31 ottobre il Carroccio sarà nuovamente all'inizio del viale per protesta contro lo smantellamento dei Decreti Sicurezza

"Occorrono pene più severe anche contro il cosiddetto “spaccio da strada” (grazie a una legge voluta dal governo Renzi dal 2014 punito con la reclusione da 6 mesi sino a un massimo di 4 anni), come ha richiesto la Lega in Parlamento con un disegno di legge depositato in Senato nel 2019, per far sì che il giudice penale possa applicare immediatamente anche ai “piccoli spacciatori” o “pusher” socialmente pericolosi la custodia cautelare in carcere e non solo la misura blanda del divieto di dimora".

Lo afferma la Lega di Modena, che sabato 31 ottobre realizzerà un flash mob con volantinaggio in viale Gramsci, luogo simbolo dello spaccio in città.

"Ma non è tutto -attacca il Carroccio - Il decreto-legge pubblicato il 21 ottobre scorso su decisione del governo Conte-bis ha come obiettivo di smantellare di fatto i “decreti sicurezza” voluti dall’ex Ministro degli Interni Salvini e quindi di reincentivare gli sbarchi di “migranti” africani sulle nostre coste (nel 2019 calati dell’80% grazie all’azione del governo giallo-verde e nel 2020 già triplicati), mediante misure quali: il notevole abbassamento delle multe alle organizzazioni ONG che nel Mediterraneo favoriscono l’arrivo sui porti italiani di navi piene di finti profughi, la “protezione speciale” (o permesso di soggiorno per motivi umanitari allargato a nuove ipotesi), la riduzione dei tempi di trattenimento nei CPR per gli immigrati irregolari non identificati o sedicenti in vista di un loro (sempre più improbabile) “rimpatrio”, il ripristino del sistema di accoglienza SPRAR gestito dai Comuni e dalle cooperative che, come a Modena, fanno dell’integrazione generalizzata dei 'migranti' il loro 'fiore all’occhiello'".

Il gruppo consiliare della Lega è inoltre in attesa che dal luglio di quest’anno venga trattato in Consiglio comunale una mozione (primo firmatario il Consigliere comunale Antonio Baldini) con cui l’intero centro-destra chiede l’istituzione di una commissione speciale “sulla sicurezza integrata e urbana” per verificare, dati alla mano, le tematiche sulla sicurezza della città di Modena, secondo un’indagine del Sole24ore pubblicata nei giorni scorsi salita nella “top ten” per numeri di reati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale Gramsci, flash mob della lega per dire "stop alla mafia nigeriana"

ModenaToday è in caricamento