menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frase inappropriata sulle donne, la Lega si dissocia dal consigliere Bertoldi

Una grase su Facebook, poi cancellata, è valsa molte critiche al consigliere comunale modenese

Ha fatto discutere negli ultimi giorni un commento su Facebook pubblicato dal consigliere della Lega di Modena, Giovanni Bertoldi. Il posto scritto sotto ad un articolo di Repubblica è stato ripreso da Selvaggia Lucarelli ed ha fatto il giro dei social, attirandosi critiche da più parti. Il tema è quello del rispetto delle donne e le parole del consigliere comunale modenese sono state censurate da più parti, tanto che il suo stesso partito si è espresso con un comunicato per dissociarsi dalla dichiarazione.

Il post, poi rimosso, recitava: "Le belle donne quando invecchiano e non ricevono più gli sguardi ammiccanti degli uomini, si inacidiscono e reagiscono con sentimenti di odio di genere verso gli uomini per soddisfare la propria frustrazione. E' naturale che le convivenze forzate generino tensioni, ma queste avvengono in entrambi le direzioni: uomini verso donne e donne verso uomini, così come pure nelle coppie omosessuali!".

Dopo qualche ora e le numerose critiche, lo stesso Bertoldi era pubblicamente corso ai ripari, sempre attraverso Facebook: "Dopo una giornata convulsa, mi sento di scusarmi nei confronti di chi si e? sentito offeso da un commento che ho pubblicato sul profilo fb di Repubblica (per altro rimosso da me poco dopo, ma fotografato dalla Lucarelli e diffuso). Mi sono lasciato prendere la mano perche? infastidito dalle star che viaggiano su aerei privati e che fanno crociate moralistiche per motivi che io credo legati alla loro immagine e al business che ne consegue. Ho una bella famiglia e una compagna che amo e che rispetto. Auguro a tutti un anno sereno".

Il Carroccio è intervenuto ieri con una nota: "La Lega Salvini Premier provinciale non può che prendere delle distanze dal commento social del consigliere modenese Giovanni Bertoldi e condannare fermamente ogni posizione che si allontani dalla riprovazione verso ogni forma di violenza sulle donne. Il consigliere ha peraltro provveduto a rimuovere il commento, infatti ha già presentato le sue pubbliche scuse, che si possono reputare sincere a fronte del dato oggettivo che Bertoldi stesso riferisce: ovvero non aver mai fatto mancare il suo voto convinto contro tutte le iniziative e le prese di posizione contro la violenza donne in consiglio comunale". 

Davide Romani, referente provinciale della Lega, prosegue: "Censurato l'episodio tuttavia non posso che giudicare grave, falso e offensivo l'assunto per cui Lega corrisponda a insensibilità verso temi fondamentali come la lotta alla violenza di genere. Questo insopportabile e intollerabile pregiudizio è facilmente smontabile con due parole: Codice Rosso. La legge 19 del luglio 2019 è stata introdotta dalla Lega al governo del Paese, dal ministro Buongiorno. Uno strumento normativo che ha fatto fare passi da gigante alla lotta contro la violenza di genere e che nel quotidiano ha già aiutato numerose donne e ragazze, grazie a tempistiche misure di prevenzione fondamentali in caso di maltrattamenti in famiglia, stalking e violenza sessuale. Sono certo che il consigliere si impegnerà pubblicamente in una campagna di sensibilizzazione sul Codice Rosso e sulla necessità di prevenire e contrastare ogni forma di violenza, verbale e fisica, a danno dei più fragili".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la provincia di Modena sarà "zona rossa" da giovedì 4 marzo

Attualità

Zona rossa: a Modena asili, nidi e parrucchieri chiusi da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento