rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Politica

Fiere in centro storico, la Lega chiede un rinvio di alcune settimane

Il Carroccio contrario alla realizzazione degli appuntamenti tradizionali nelle date del 17 e 31 gennaio. Bertoldi: "Non si possono prendere posizioni a corrente alternata plasmate sulla base di convenienze di consenso del momento"

Il gruppo modenese della Lega avrebbe preferito un rinvio degli appuntamrnti fieristici di Sant'Antonio e San Geminiano. "Pur comprendendo le difficoltà dei commercianti e degli ambulanti, alle cui istanze la Lega è tradizionalmente vicina, non si può negare che dal punto di vista della tutela della salute pubblica si tratti di una decisione pericolosa e sbagliata", spiega i vicecapogruppo Lega in Consiglio Comunale Giovanni Bertoldi.

Lo stesso consigliere non risparmia le critiche all'Ausl: "Sono sotto gli occhi di tutti le difficoltà in cui si dibatte l'ASL di Modena nella gestione di questa fase epidemica:  file di ore per fare i tamponi molecolari, incapacità di fare i tamponi di fine isolamento, ritardi di comunicazione dei risultati (con relativi ritardi nell'inizio delle terapie), impossibilità di comunicare telefonicamente con i numeri Covid, ecc. Sorprende che  i dirigenti dell'Asl, rei di questa gestione inadeguata, si guardino bene dal mettere in guardia il Sindaco sulla reale situazione e lo sostengano, quando sanno benissimo che il picco dei contagi è previsto per la seconda metà di gennaio. Nel mondo medico sono moltissime le perplessità, ma soprattutto è evidente a tutti la contraddittorietà delle misure: da una parte massima rigidità verso cittadini senza mascherina nei parchi e verso utenti dei mezzi pubblici locali che  indossano una mascherina chirurgica al posto di una FFP2 e dall'altra parte si permettono assembramenti di migliaia di persone in Centro Storico, che si mischiano con quelle in attesa di tamponi all'ingresso delle farmacie".

La proposta della Lega, ormai superata dalla macchina organizzativa comunale, non è di sopprimere le due fiere ("che rappresentano una tradizione fortissima per tutti i modenesi"), ma di rimandarle di qualche settimana "per fare sì che il picco possa essere superato e si eviti un ulteriore incremento dei contagi in un momento in cui le risposte dell'Asl sono risultate palesemente inadeguate". Per il Carroccio comporterebbe "probabilmente anche un vantaggio per gli operatori economici perché svolgendo le fiere in momenti più favorevoli, sarebbe assicurata la partecipazione di più cittadini".

Fiera di Sant'Antonio, tutte le regole. Oltre cento persone per i controlli 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiere in centro storico, la Lega chiede un rinvio di alcune settimane

ModenaToday è in caricamento