rotate-mobile
Politica

Il Comune non rende pubblici i sondaggi sulla sicurezza. Lega. "Risultati troppo scomodi"

Al centro della polemica tre sondaggi realizzati nel 2021, i cui dati sono stati tenuti a solo "uso interno", senza essere resi pubblici come in altre occasioni in passato

Il Comune di Modena nel corso degli anni ha realizzato svariati sondaggi tra i cittadini su diversi tempi, spesso rendendo poi noti pubblicamente - almeno a livello sintetico - i risultati dei questionari. Quest' però non è avvenuto per tre sondaggi svolti nel 2021, in particolare sui temi della sicurezza urbana, della sicurezza stradale e della valutazione dei servizi pubblici. Una mancata pubblicazione che è finita nuovamente al centro delle critiche da parte della Lega di Modena.

I consiglieri comunali del Carroccio hanno potuto visualizzare i risultati statistici delle indagini, ma si sono attenuti alle disposizioni del Testo unico del Enti Locali, evitando così di divulgare i dati. Tuttavia, dalla Lega arriva nuovamente l'appello all'Amministrazione Muzzarelli a pubblicare quei dati per poter arricchire il dibattito politico. I consiglieri 

Giovanni Bertoldi e Stefano Prampolini hanno rimarcato come la pubblicazione dei dati agevolerebbe il dibattito e la ricerca di soluzioni sul tema della sicurezza. "Ciò andrebbe nell'interesse della città e noi agiamo sempre nell'interesse della città, non siamo quelli che desideriamo che le cose vadano male per utilizzare ciò per un tornaconto politico, anzi saremmo pronti a ragionare insieme su quanto emerso. Dall'esigenza di maggior presidio alla videosorveglianza, fino ad arrivare al timore generato alla massiccia presenza di stranieri adulti e minori stranieri non accompagnati che delinquono e con un tema su tutti, su cui da anni richiamiamo l'attenzione: la necessità di istituire un assessorato alla sicurezza, ora in mano ad un sindaco che non può occuparsi di tutto'", ha detto Bertoldi.

Prampolini ha attaccato: "I questi anni da Muzzarelli abbiamo visto solo politiche di tamponamento. I dati dimostrano una cosa in modo chiaro: i reati che incidono direttamente sui cittadini sono ad opera di extracomunitari. Il grande fallimento sta qui, nella gestione degli extracomunitari. La ricetta per Muzzarelli e per il Pd è sempre stata quella che per esempio abbiamo conosciuto nella prima fase dell'era Covid: Tachipirina e vigile attesa. D'altronde Muzzarelli è fiero sponsorizzatore del Festival delle migrazioni, il cui slogan è 'Liberi di partire, liberi di restare'". 

Il tema della sicurezza resta sempre al centro dell'agenda della Lega, la quale ha rivendicato un approccio costruttivo e non propagandistico al tema, evidenziando il lavoro svolto dai consiglieri comunali. Intervenendo in conferenza stampa la segretaria cittadina Caterina Bedostri e il responsabile della sicurezza Mario Mirabelli hanno rimarcato la battaglia sulla pubblicazione dei sondaggi, spiegando che "il senso civico dovrebbe portare l'Amministrazione comunale a pubblicare dopodomani tutti i dati". Dati che tuttavia secondo i leghisti vengono taciuti per convenienza politica, visto l'approssimarsi delle elezioni amministrative.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune non rende pubblici i sondaggi sulla sicurezza. Lega. "Risultati troppo scomodi"

ModenaToday è in caricamento