Politica

Agricoltura, Leoni (FI) chiede interventi di bonifica e sostegno alle imprese

Il consigliere regionale di Forza Italia descrive il disastro causato dall'alluvione alla filiera agricola: “Terreni impossibili da lavorare, serve bonifica”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

La Regione si attivi per evitare il tracollo dell’agricoltura modenese che si trova in una condizione di grave difficoltà. L’appello arriva dal consigliere Andrea Leoni (Fi-Pdl), che, in un’interrogazione rivolta alla Giunta, segnala come l’alluvione provocata dalla rottura dell’argine del fiume Secchia, nel gennaio scorso, abbia “depositato uno strato di fango sui campi che, di fatto, si sono impermeabilizzati impedendo alla terra di respirare”.

"Questi terreni - scrive Leoni - sono diventati pressoché impossibili da lavorare: la ‘crosta’ in superficie risulta molto dura”, mentre, “sotto, il terreno è bagnato e molle” tanto da rendere “impraticabile l’attività agricola”. “Secondo Confagricoltura Modena - cita il consigliere - su 2.500 aziende iscritte all’associazione almeno 140 sono state danneggiate dall’alluvione e i campi più vicini all’argine del fiume si sono riempiti di sabbia”, mentre “altre 600 sono state duramente colpite dal terremoto”.

“La situazione a consuntivo degli eventi sismici e alluvionali - evidenzia - ha causato una perdita di produzione dell’80% con un evidente disastro economico per la filiera agricola”. Di qui, la richiesta alla Regione di realizzare interventi di bonifica del terreno e di prevedere contributi economici a sostegno delle attività agricole danneggiate dall’alluvione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura, Leoni (FI) chiede interventi di bonifica e sostegno alle imprese

ModenaToday è in caricamento