rotate-mobile
Politica

"L'altra Emilia-Romagna", la sinistra candida Cristina Quintavalla

La sinistra "alternativa" alla coalizione Pd-Sel, reduce dall'esperienza de "L'altra Europa" del greco Tsipras, candida alla presidenza della regione la professoressa di Parma Maria Cristina Quintavalla. Ecco i candidati modenesi

L'altra Emilia-Romagna ha presentato venerdì 3 ottobre a Bologna il programma e l’elenco dei suoi candidati per le elezioni regionali del prossimo 23 novembre. «La lista si muove in continuità con quella creata da Tsipras alle europee del maggio scorso. Una sinistra plurale, radicata sul territorio e capace di stare dentro le grandi lotte che si affrontano nella nostra terra», ha esordito la candidata alla guida di viale Aldo Moro Cristina Quintavalla, docente di storia e filosofia al liceo classico “Romagnosi” di Parma. La lista civica della sinistra mira a «dare un valore alla migliore storia politica del paese - ha dichiarato Quintavalla - lontana dagli autoritarismi e dai neoliberismi intrapresi dall’attuale governo, con i quali l’attuale amministrazione regionale e i candidati del Pd sono totalmente in linea.

Il programma degli Tsipras punta molto sul lavoro in antitesi col Governo («La flexsecurity di Renzi ti manda alle mense della Caritas», afferma il giuslavorista Pier Giovanni Alleva capolista a Bologna): In Emilia abbiamo un triste primato - ha continuato Quintavalla - ovvero un aumento del 146% delle persone in cerca di lavoro, il dato peggiore in tutto il Nord-Est. E una speranza di crescita nel 2015 praticamente nulla». Altro tema forte della lista è la battaglia contro le privatizzazioni, sostiene Quintavalla, che si scaglia contro l'asse pubblico-privato, soprattutto nelle società partecipate. «Bisogna aprire una stagione di lotta contro Hera e Iren- afferma Quintavalla- vanno ripubblicizzate, perseguono tutto tranne il bene pubblico».
Riguardo la recente rottura con Sel, Quintavalla ha risposto ai cronisti: «Trovo inconciliabile la scelta di Sel regionale con le battaglie che conduce a livello nazionale, soprattutto in tema di lavoro. É comunque un pezzo importante della politica di sinistra, perciò tenteremo una collaborazione con loro».

Questi i nomi dei candidati della lista L’Altra Emilia Romagna nella circoscrizione di Modena: Gloria Bigliardi (Carpi), Enrico Costantini (Guiglia) Raffaella Cattinari (Formigine), Stefano Lugli (Finale Emilia) Eliana Ferrari (Modena), Mario Ori (Modena), Sandra Poppi (Modena), Gianluigi Trianni (Modena).
 

Cristina Quintavalla
Docente di filosofia e storia presso il liceo classico “Gian Domenico Romagnosi” di Parma. Ha dato vita al Comitato di lotta per la casa, facendo esplodere nel 1975 il cosiddetto “scandalo edilizio” che portò alla caduta della giunta comunale di sinistra. Nel 1980 è stata eletta consigliere comunale, in una lista di sinistra alternativa. Si è dedicata negli anni successivi all’insegnamento e agli studi filosofici. Ha partecipato nel 2011 alle lotte che hanno portato alle dimissioni del sindaco Vignali. Ha costituito nel 2012 la Commissione di audit sul debito pubblico, allo scopo di individuare le responsabilità nella formazione del debito del Comune di Parma, di oltre 800 mln di €. Opera in molti movimenti di lotta contro le politiche di austerità, a fianco dei lavoratori per la difesa dei posti di lavoro, contro i processi di privatizzazione dei beni comuni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'altra Emilia-Romagna", la sinistra candida Cristina Quintavalla

ModenaToday è in caricamento