menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luca Caselli

Luca Caselli

Sassuolo: il Sindaco Luca Caselli straccia la tessera e lascia il Pdl

"Da domani sono un indipendente". L'annuncio è stato dato oggi, martedì 24 luglio, dal primo cittadino sassolese via Twitter intorno all'ora di pranzo. Sul futuro? "Non so nemmeno se mi ricandido"

"Non rinnoverò la tessera del Pdl, da domani sono un indipendente. Non rinnego e non restauro. Semplice, no?". Con queste parole, in parte prese in prestito dal "Non rinnegare, non restaurare" di uno dei leader storici dell'Msi Augusto de Marsanich, il Sindaco di Sassuolo Luca Caselli ha annunciato la fine della sua esperienza politica sotto le insegne del Pdl. Il primo cittadino ha compiuto questo gesto annunciandolo oggi, martedì 24 luglio, pubblicamente su Twitter, intorno all'ora di pranzo. La dichiarazione ha subito suscitato lo stupore di molti che non hanno esitato a chiedere lumi al Sindaco: lo faccio "Perché le idee vengono prima dei pezzetti di carta colorata", ha risposto a Fabio Bicocchi. Provocatorio il quesito posto, invece, da Pasquale del Neso: "Mossa tipicamente berlusconiana: come si chiamerà la lista civica, An Sassuolo?". Laconica la replica: "Non so nemmeno se mi ricandido".

Interpellato dall'agenzia di stampa Ansa, Luca Caselli ha approfondito le ragioni di questa scelta così drastica: "D'ora in poi sono un indipendente di destra, non rinnego il partito, non faccio come Schettino che abbandona la nave, rimango un sindaco in quota PdL, ma rivendico il diritto di non fare la tessera: sia a livello nazionale che locale si è un po' smarrita la bussola". Secondo il Sindaco di Sassuolo, l'aria del Pdl modenese non è certo salubre:  "C'é stato un congresso conflittuale - ha affermato - con strascichi anche peggiori. Io mi sono ritrovato ad avere più nemici nel mio partito che all'opposizione". Caseli non le manda a dire anche per il partito nazionale: "Prima si annunciano le primarie - ha evidenziato - poi si dice di candidare Berlusconi senza primarie, non mi sembra un atto di coerenza. Se fra due anni non ci saranno le condizioni io tornerò a fare l'avvocato e a dedicare più tempo alla mia famiglia: nel frattempo mi permetto il lusso di essere il primo sindaco della storia di Sassuolo senza nessuna tessera di partito in tasca".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Modena tra le big mondiali del buon cibo. Al 3° posto di Viator

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento