menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uil, grande preoccupazione per l'autunno che verrà

Il segretario Uil Luigi Tollari interviene a tutto campo sulla situazione economica e sociale, invocando tagli alla politica e lotta all'evasione fiscale, come strumenti principali per il superamento della crisi

“Con lo stanziamento dei fondi a copertura della cassa integrazione in deroga si è arrivati a coprire risorse fino alla fine di settembre. Se non saranno erogati ulteriori finanziamenti , l’utilizzo massiccio dei licenziamenti o di ammortizzatori privi della necessaria copertura finanziaria getterebbe  inevitabilmente in mezzo ad una strada migliaia di lavoratori”. Parte ovviamente dal lavoro la disamina della situazione odierna dell'economia e del Paese più in generale, condotta dal segretario cittadino del sindacato Uil, Luigi Tollari. “Come sindacato – prosegue Tollari - abbiamo proposto alle nostre controparti la necessità di dividere il lavoro esistente tra più persone, ma abbiamo indicato anche nella riduzione del prelievo fiscale a carico del lavoro dipendente e di possibili sgravi per le imprese che attivano percorsi virtuosi di investimento in Italia e di buona occupazione, una possibile soluzione alla crisi e alla disoccupazione”.

Tollari passa poi ad analizzare alcuni dei provvedimenti e degli interventi più recenti: “Per i giovani e le loro famiglie suona male la concessione di incentivi all’assunzione riservati ai soli ragazzi che hanno abbandonato la scuola dopo la terza media. Con lo stanziamento delle risorse per la ricostruzione post-sisma dovremmo ricominciare a vedere una inversione di tendenza nel già tanto martoriato settore edilizio e una ripresa occupazionale. Auspichiamo che le burocrazie e i percorsi di verifica non ostacolino il già compromesso tessuto produttivo fatto di piccole e medie imprese, negozi e attività artigianali e agricole”

Tollari è infine convinto che a Modena la crisi picchierà meno duramente che in altre parti del Paese, ma avrà lo stesso percentuali tali da mettere in seria difficoltà il welfare locale, il pagamento degli affitti, delle tasse e delle tariffe. “Le risorse – conclude Tollari - possono arrivare solo dai tagli ai costi della  politica e dal contrasto all’evasione fiscale. Su questi temi la UIL insieme agli altri sindacati avvierà un confronto a 360 gradi in primo luogo con le controparti, insieme alle istituzioni locali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vignola. Sospesa dalla Municipale l'attività alla GimFive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento