rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Politica

Casa acquistata da un imputato per mafia, sindaco e moglie sotto accusa

Riverberi modenesi per la polemica che coinvolge il sindaco di Reggio Emilia e la moglie, dipendente sotto la Ghirlandina. Il M5S chiede le dimissioni di entrambi per l'acquisto di un'abitazione da una società gestita da Francesco Marcì, arrestato e rinviato a giudizio nell'ambito del processo Aemilia

L'inchiesta Aemilia continua ad avere strascichi, sia giudiziari che politici. A finire nel mirino delle opposizioni è questa volta la famiglia di Luca Vecchi, sindaco di Reggio Emilia. E' infatti emerso che l'abitazione in la famiglia Vecchi vive attualemente è stata acquistata nel 2012 da una società gestita da Francesco Macrì, a processo per  concorso in reimpiego di beni illeciti in attività lecite con l'aggravante di aver favorito l'associazione mafiosa Grande Aracri.

Vecchi e la moglie Maria Sergio hanno infatti acquistato casa dalla M&F General Service srl, di cui Macrì era amministratore unico e legale rappresentante al momento della compravendita. L'azienda, tuttavia, non è stata considerata tra quelle coinvolte nell'inchiesta: Macrì è accusato di riciclaggio di denaro sporco attraverso un'altra società, “Il Cenacolo Srl", che avrebbe fornito un supporto agli affari illeciti dei fratelli Vertinelli.

Luca Vecchi ha dichiarato alla stampa reggiana: "Non lo sapevo: delle 200 e passa persone finite nell'inchiesta non ne conosco neanche una. Ho fatto tutti i controlli possibili prima dell'acquisto". Una giustificazione che non è bastata però all'opposizione targata M5S, che ha chiesto immediate dimissioni del primo cittadino.

Ma i grillini sono andati oltre e hanno chiesto anche a Maria Sergio di lasciare il proprio incarico di dipendente comunale. La Sergio  stata dirigente del servizio pianificazione urbana del Comune di Reggio per dieci anni, dal 2004 al 2014, poi è stata assunta dall'Amministrazione Muzzarelli lo scorso anno.

“Maria Sergio che ha utilizzato la stessa "solerzia" e "accuratezza" avuta nel acquistare la sua casa dove vive con il sindaco di Reggio Emilia , nel controllare l'urbanizzazione del Comune di Reggio nei 10 anni quando venne nominata da Delrio? - si chiedono polemicamente i parlamentari modenesi  M5S Michele Dell’Orco e Vittorio Ferraresi e i consiglieri del M5S di Modena - Chiediamo dimissioni immediate del sindaco di Reggio Luca Vecchi, di sua moglie Maria Sergio oggi a Modena e del ministro Delrio che di nuovo ha sottovalutato il fenomeno”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa acquistata da un imputato per mafia, sindaco e moglie sotto accusa

ModenaToday è in caricamento