Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica Piazza della Torre

Sotto la Ghirlandina manifestazione di solidarietà al sindaco di Riace arrestato ieri

Mobilitazione dell'associazionismo di sinistra per il primo cittadino Domenico Lucano, dai ieri ai domiciliari con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina

Come già altre associazioni e sindacati modenesi anche il Coordinamento per la Democrazia Costituzionale di Modena si è attivato per esprimere solidarietà e sostegno a Mimmo Lucano, il sindaco di Riace arrestato ieri mattina per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e fraudolento affidamento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti. Nonostante le gravi accuse ipotizzate dalla Procura di Locri, larga parte della sinistra italiana - tra partiti e associazioni - ha avviato una campagna di mobilitazione sostenendo l'estraneità del primo cittadino della località calabrese ai reati contestati.

Il presidio modenese è stato convocato per oggi pomeriggio, mercoledì 3 ottobre, a Modena, alle ore 18.30, presso il sacrario della Ghirlandina in piazza Torre. L'invito, spiegano gli organizzatori è stato esteso "a tutte le associazioni, i partiti, i sindacati, le cittadine e i cittadini democratici, antifascisti e che si ispirano alla Costituzione".

"Riace rappresenta in Italia e nel mondo uno splendido modello di accoglienza e integrazione - si legge nella rivendicazione dei manifestanti - Questo piccolo borgo calabrese, un tempo quasi disabitato, vive oggi un incontro di culture e persone di diversa provenienza, una realtà dove un sistema efficace di accoglienza diffusa ha saputo coniugare integrazione e rigenerazione sociale e culturale. Colpendo Mimmo Lucano si cerca innanzitutto di bloccare un’idea di convivenza civile, un’idea di società di pace. Il modello Riace è un simbolo e al contempo uno schiaffo a chi dipinge il fenomeno migratorio come un problema, a chi utilizza la paura e la propaganda contro gli stranieri come vile strumento per ottenere e mantenere il consenso, diffondendo un pericoloso clima d’odio e di intolleranza".

Le accuse non riguarsano solo la Procura, ma la stessa legge italiana: "L’accusa avanzata contro il sindaco Mimmo Lucano è quella di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, un reato legato alla condizione di esseri umani dichiarati fuori legge, da leggi ingiuste, solo per la mancanza di un foglio, di un timbro. La sua colpa, quella di aver cercato di aiutare persone in difficoltà lavorando concretamente per costruire un mondo diverso; ma soprattutto la sua colpa è quella di aver dimostrato che un mondo diverso è possibile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sotto la Ghirlandina manifestazione di solidarietà al sindaco di Riace arrestato ieri

ModenaToday è in caricamento