Politica

Manifestazioni ed eventi. Sindaco: "Per la ripartenza non c'è tempo da perdere"

Manifestazioni ed eventi, la ripresa del turismo e un’intensa attività istituzionale: luglio sarà un mese intenso ma Modena vuole vincere la sfida. Muzzarelli al Consiglio

“Dalla ripresa delle manifestazioni – dopo Motor Valley Fest e Modena Nerd lo scorso week end, ci aspetta la prossima settimana il Radio Bruno Estate, oltre ai tanti eventi estivi – a un denso calendario istituzionale che vedrà Giunta e Consiglio impegnati in delibere di prospettiva strategica e in scelte puntuali per dare risposte concrete a cittadini, imprese, no profit e associazionismo, fino agli investimenti per progettare e far partire i cantieri in attesa delle opportunità Next Generation Eu. Per la ripartenza non c’è tempo da perdere e Modena vuole vincere la sfida”.

Lo ha affermato il sindaco Gian Carlo Muzzarelli in occasione della comunicazione Covid al Consiglio comunale di giovedì 8 luglio. Che “non ci sarà molto tempo per le vacanze” il sindaco lo ha già fatto sapere alla sua Giunta che tra le altre cose sta preparando la quinta variazione di bilancio con cui attuare il pacchetto di azioni Covid 2021 Emergenza e Ripartenza. “Luglio sarà un mese di intenso lavoro per tutta l’Amministrazione comunale”, ha sottolineato annunciando anche la ripresa “delle Assemblee pubbliche nei quartieri e di importanti momenti convegnistici e di approfondimento dedicati a welfare, giovani e sicurezza con il controllo di Vicinato”.

Mentre il turismo “sta riprendendo quota ed è fondamentale per la Regione: sulla riviera romagnola sarà una stagione di grandi numeri, analogo successo nelle nostre località appenniniche che contano di migliorare gli ottimi dati dell'estate 2020, come confermano le prenotazioni. Con questi elementi agosto da tutto esaurito è assolutamente alla portata”, ha osservato Muzzarelli dedicando una riflessione particolare a  Modena città d’arte “che come tutte le città d’arte ha sofferto particolarmente pandemia e restrizioni: veniamo da uno splendido fine settimana anche per il settore del turismo; abbiamo registrato un boom di accessi al nuovo portale dell’offerta turistica modenese, segno di attenzione e di rinnovato interesse e siamo in campo con tanti eventi estivi”.

Allo stesso modo, sono importantissimi i segnali positivi che arrivano dall’Europa in merito a un ulteriore miglioramento delle previsioni economiche di tutta l’Unione e dell’Italia in particolare, con previsioni confermate anche dal governatore di Banca d’Italia. “Attenzione però – ha messo in guardia il sindaco - alla corrispondenza tra crescita economica e occupazione reale: è fondamentale, altrimenti la lotta alle disuguaglianze post Covid non può nemmeno iniziare. Sul tavolo della politica nazionale non c’è solo la questione blocco dei licenziamenti e ammortizzatori sociali, ma anche la tenuta delle filiere aziendali e la necessità di trovare un mix di politiche tra investimenti, incentivi e sostegni”.

Il sindaco ha quindi ribadito la necessità che “fiducia e responsabilità” viaggino insieme. Fiducia come quella che inizia a respirarsi a livello europeo, dove però i Governi stanno assumendo provvedimenti diversi (più sfumati in Germania, per esempio, rispetto alla cancellazione inglese di ogni restrizione dal 19 luglio) come negli Stati Uniti, dove Joe Biden ha dichiarato il 4 luglio anche giorno della libertà dal Covid. “Nelle differenti esperienze internazionali – ha osservato - mi pare che in ogni caso si confermi la strada che indichiamo da tempo: vaccinarsi per uscire dall’emergenza e per riaprire senza richiudere. Infatti, forse torneranno a salire i contagi, ma l’efficacia dei vaccini contro le forme gravi resta alta”. Per l’Italia, “le regole con cui trascorreremo l’estate sono ormai chiare sia sul fronte della mobilità delle persone (Green Pass) sia per l’uso dei dpi. La differenza – ha sottolineato Muzzarelli - la differenza la farà la capacità di portare a termine la campagna vaccinale e di progettare fin da ora la ripresa della normalità da settembre.

A tale proposito gli ultimi dati sulle vaccinazioni: a Modena si è raggiunta quota 615.922 vaccini inoculati e oltre 238 e 500 persone hanno completato il ciclo. Per favorire il recupero degli over 60, ci saranno giornate vaccinali a loro dedicate con un’offerta iniziale di circa 1600 posti aggiuntivi incrementabile. Attenzione particolare merita la popolazione scolastica: la Regione ipotizza di rendere disponibile la vaccinazione davanti alle scuole a inizio anno scolastico per scongiurare la didattica a distanza, mentre già ora chi frequenta i centri estivi può eseguire gratuitamente in farmacia, ogni 15 giorni, il tampone. Discorso a parte per i medici e operatori sanitari non vaccinati: “È inaccettabile che durante una pandemia ci sia chi di mestiere lavora per la salute di tutti che non intende vaccinarsi”, ha affermato il sindaco richiamando a senso di responsabilità e bene comune.

Infine, per quanto riguarda i contagi, sono stati solo 55 i nuovi positivi in tutta la provincia nella settimana dall’1 al 7 luglio, con un tasso di positività del 0,74% e dal 16 giugno tutte le Cra operanti nel territorio comunale sono covid free.

Per quanto riguarda i residenti e domiciliati nel territorio comunale, i casi da inizio pandemia sono stati complessivamente 17.924, di questi 528 sono deceduti, 17.328 guariti e 68 hanno la malattia in corso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifestazioni ed eventi. Sindaco: "Per la ripartenza non c'è tempo da perdere"

ModenaToday è in caricamento