rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

Alluvione, Muzzarelli: "Rimborsi a buon punto, ora completare le opere"

Il presidente della Provincia fa il punto sulle opere completate a distanza di due anni dall'alluvione del Secchia. Argini e casse di espansione restano il nodo cruciale e non del tutto risolto

«I contributi ai privati sono stati praticamente tutti erogati, anche sui contributi alle imprese danneggiate siamo a buon punto, ora dobbiamo completare tutti gli interventi di messa in sicurezza dei corsi d'acqua». Lo afferma Gian Carlo Muzzarelli, presidente della Provincia di Modena, nel fare il punto sulla situazione a due anni dall'alluvione nel modenese. 

«Le opere in corso di progettazione - sottolinea Muzzarelli - soprattutto quelle relative al sistema delle cassa di espansione, la cassa del Naviglio e i rialzi arginali, sono attese da tempo e non possono più aspettare anche perché ora le risorse ci sono, serve quindi un salto di qualità degli enti interessati. Per questo prosegue il coordinamento della Provincia, come staff tecnico del commissario, per la programmazione e la progettazione delle numerose opere previste. La positiva collaborazione con la Regione, infatti, ha consentito di realizzare finora numerosi e importanti interventi di manutenzione e messa in sicurezza degli argini; ora occorre completare gli interventi strutturali sui quali è previsto un prossimo incontro del Comitato istituzionale».  

Muzzarelli ricorda, infine, che «ora la Provincia valuterà insieme al commissario Bonaccini la riprogrammazione di ulteriori 30 milioni di euro di risorse liberate dai fondi per i contributi a cittadini e imprese danneggiati, a cui si sommano 20 milioni tenendo anche conto di precedenti stanziamenti, affinché siano investite per realizzare nuovi interventi di messa in sicurezza dei corsi d'acqua modenesi».    

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, Muzzarelli: "Rimborsi a buon punto, ora completare le opere"

ModenaToday è in caricamento