Provincia, Muzzarelli e sindacati contro i tagli al personale

Il Presidente: "Salvaguardare i posti di lavoro, tagli inaccettabili". A Modena si contano circa 500 dipendenti, di cui molti destinati a programmi di mobilità

Il processo di riforma delle Province deve salvaguardare i livelli occupazionali, compresi i dipendenti precari, nel rispetto dell'intesa siglata nel novembre 2013 da Governo, Conferenza delle regioni e sindacati. Lo affermano Gian Carlo Muzzarelli, presidente della Provincia di Modena, e i rappresentanti sindacali del pubblico impiego di Cgil, Cisl, Uil e Rsu della Provincia di Modena, in una presa di posizione congiunta, scaturita da un incontro che si è svolto nei giorni scorsi per discutere gli sviluppi sulla riforma dell'ente contenuti nelle legge di Stabilità.

La riforma - si legge nel documento - deve individuare la titolarità delle funzioni fra i vari livelli istituzionali al fine di arrivare alla «definizione dei fabbisogni di personale e di risorse necessarie allo svolgimento delle stesse. I tagli attualmente indicati dalla legge di stabilità sono inaccettabili in quanto, da qui a tre anni, supereranno l’attuale valore del bilancio della Provincia di Modena, rendendo impossibile l’erogazione dei servizi».

Per quanto riguarda il confronto a livello locale, Muzzarelli e sindacati concordano sulla necessità di «istituire immediatamente un tavolo di coordinamento e di confronto sull’andamento delle dinamiche occupazionali nell’insieme dei comparti della pubblica amministrazione del territorio». Si richiede, inoltre, l’avvio di un confronto a livello regionale con il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini anche sulle «problematiche inerenti l’individuazione delle funzioni e delle relative risorse umane e finanziarie da trasferire alle Province».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel maxiemendamento alla legge di Stabilità approvato dal Senato sono previsti la riduzione del 50 per cento delle dotazioni organiche delle Province (a Modena i dipendenti sono oltre 500), un cronoprogramma per la gestione delle mobilità del personale e la conferma dei tagli al bilancio dell'ente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale e grandine, una furia in piena notte si abbatte sulla provincia

  • Compie atti osceni e palpeggia una ragazzina al GrandEmilia, arrestato un 40enne

  • Festa de L'Unità, prime anticipazioni sugli spettacoli di Ponte Alto

  • Furto e aggressione con una mazza chiodata, modenese ferito in spiaggia

  • Coronavirus, individuati 56 nuovi casi positivi. Due i decessi

  • Si masturba in piazza, fermato accanto al palco del Radio Bruno Estate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento