rotate-mobile
Politica

Pessima qualità dell'aria, ma per Natale le autorità si "dimenticano" del blocco

Nonostante diversi giorni di sforamento dei parametri di legge, è passato sotto silenzio il blocco per i veicoli più inquinanti, che sarebbe dovuto scattare il 23 dicembre

Se ce ne fosse stato ulteriore bisogno, le feste natalizie stanno dando un ulteriore messaggio molto chiaro sul fronte della lotta all'inquinamento ambientale e delle misure del tutto inefficaci di cui gli enti locali si sono dotati. Nonostante a Modena si siano registrati numerosi sforamenti dei limiti di legge nei valori di concetrazione delle polveri sottili, il blocco del traffico non è scattato. La nuova normativa prevede che le misure anti-inquinamento si applichino dopo quattro giornate consecutive di superamento dei livelli di guardia, ma questa volta tutto è passato " in cavalleria".

Le stazioni del territorio modenese hanno registrato valori elevati e oltre i 50 µg/m3 per cinque giorni consecutivi, dal 19 al 23 dicembre. Nei giorni della Vigilia e di Natale Arpae non ha riportato i dati - è festa per tutti - ma è facile immaginare che la stabilità meteorologica abbia mantenuto alti i livelli delle PM10. Tuttavia, come detto, le Amministrazioni locali hanno glissato e tutti i veicoli hanno potuto circolare liberamente.

Il motivo non è ufficialmente noto, ma è facile presumere che i preparativi per il Natale siano stati preferiti alla rigorosa applicaione delle norme, che avrebbero inevitabilmente generato malcontento e ostacolato gli spostamenti frenetici di decine e decine di migliaia di automobilisti. Il blocco del traffico è criticato da più parti per la sua inefficacia e quanto accaduto non fa altro che sottolineare come siano gli stessi enti locali ad essere consapevoli che le misure introdotte sono in larga parte ignorabili. Non certo un messaggio incoraggiante per la qualità del nostro ambiente. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pessima qualità dell'aria, ma per Natale le autorità si "dimenticano" del blocco

ModenaToday è in caricamento