Giovedì, 24 Giugno 2021
Politica

"No draghi", striscione di protesta davanti alla Prefettura

La sera di giovedì 11 febbraio, davanti alla Prefettura di Modena, è comparso uno striscione con volantini di protesta contro il nascente governo Draghi: “Draghi, Confindustria e Partiti, contro il Popolo tutti uniti!”.

“Come cittadini di Modena e provincia, lavoratori, partite iva e disoccupati vogliamo prendere parola in questi giorni dove, a media unificati, si sta preparando l’ingresso di Mario Draghi al governo come salvatore dell’Italia… e prendiamo parola con un forte NO DRAGHI!”, riporta il volantino firmato Dai Mò!, sigla già protagnista di diverse affissioni in città negli ultimi mesi.

L’obiettivo degli striscioni firmati "Dai Mò" è di "mettere in luce il ruolo di Mario Draghi nel nuovo corso italiano e nel denunciare le responsabilità della politica istituzionale e dei partiti: “Soldi in cambio di riforme che piacciono ai ‘mercati’, agli ‘investitori’, alle ‘banche’, come lo sblocco dei licenziamenti, l’ulteriore precarizzazione, la difesa di multinazionali e grandi patrimoni, la rovina per chi vive del proprio lavoro. Sarà questo il ‘lavoro sporco’ di Draghi, sostenuto in un modo o nell’altro da tutti i partiti e leader politici, i quali torneranno poi a chiederci il voto una volta concluso”.

Così conclude il volantino di "Dai mò": “Se il governo è (di nuovo) dei tecnici, la responsabilità è dei politici. Per questo, per noi che stiamo pagando tutto il prezzo della pandemia e della crisi, è ora di alzare la testa e la voce, smettere di delegare e riprenderci tutto lottando. No Draghi, No licenziamenti, No debito, i soldi devono andare a chi lavora, non a Confindustria, agli "amici" dei politici e alla loro mafia. Mandiamoli tutti a casa!”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"No draghi", striscione di protesta davanti alla Prefettura

ModenaToday è in caricamento