menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Stefano Barberini, Lega Nord

Stefano Barberini, Lega Nord

“No Tax Area? In Consiglio Comunale non se ne discute"

La Lega Nord denuncia la totale mancanza di disponibilità dei membri della maggioranza, che non hanno nemmeno concesso di vagliare la possibilità di parlare del provvedimento sulle tasse per le zone terremotate

Possibile che un Consiglio Comunale, forte di una maggioranza inscalfibile dai tempi dei tempi, rifiuti di sottoporsi al confronto con l’opposizione? Sembra strano, eppure il distaccamento locale della Lega Nord denuncia la poco rispettosa presa di posizione dei membri della maggioranza presenti alla seduta del Consiglio, che si sono semplicemente rifiutati non soltanto di dichiarare ammissibile l’ordine del giorno proposto dal capogruppo del Carroccio Stefano Barberini che proponeva la realizzazione di una no-tax-area per i comuni terremotati, ma hanno anche omesso di addurre ragioni per giustificare il diniego. Per intenderci, non solo non ne vogliamo discutere, ma la proposta non merita neanche che vengano spese delle parole.

Questo almeno quanto sostiene la Lega Nord, delusa e piccata per lo spiacevole episodio, che non solo non sembra accettabile, visto che un civile confronto è sempre ammissibile, ma che non si è verificato in nessuna altra città. Il provvedimento della no-tax-area è stato infatti proposto anche in altri comuni delle province di Reggio Emilia e Ferrara, dove, contrariamente alla giunta modenese, “il PD è guidato a livello locale da persone lungimiranti e sensibili ai reali problemi delle popolazioni terremotate, quindi l’ordine del giorno è stato accolto da alcuni, da altri bocciato. In tutti però la votazione è stata preceduta da un dibattito ampio, articolato e molto partecipato. Questo a testimonianza della serietà dell’argomento portato all’attenzione degli organi consiliari”.

I rappresentanti del partito trovano inammissibile la freddezza istituzionale con cui i membri della maggioranza hanno trattato una proposta che, per quanto di difficile attuazione, avrebbe rappresentato un passo di capitale importanza per venire incontro ai cittadini della Bassa piegati dalla violenza del terremoto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagi, 98 casi nel modenese. Sei ricoveri e due decessi

Attualità

Contagio, 113 casi in provincia. Tre decessi e tre ricoveri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento