Nomina presidente Seta, è scontro tra Pd e M5S: "Bulgarelli era del comitato elettorale di Muzzarelli"

La nomina a presidente Seta di Vanni Bulgarelli non piace ai 5 Stelle, che parlano di "riciclaggio". Bulgarelli era già stato dirigente Hera e faceva parte del comitato elettorale di Muzzarelli, e per questo il M5S scenderà in piazza

Gian Carlo Muzzarelli e Vanni Bulgarelli

La nomina a presidente Seta dell'ex dirigente Hera, nonché esponente del Partito Democratico, Vanni Bulgarelli, non piace all'opposizione. I 5 Stelle accusano i democratici di "riciclaggio". "Con la presidenza di Seta assegnata a Vanni Bulgarelli - hanno spiegato i pentastellati modenesi - Muzzarelli ha incassato il primo ticket. Si conferma il distacco completo dei professionisti della politica dalla società civile: la nomina di Bulgarelli ne è la dimostrazione".

I 5 STELLE SCENDONO IN PIAZZA. Non sarà solo una battaglia politica in consiglio comunale perché i 5 Stelle hanno intenzione di scendere in Piazza Grande sabato 5 Sttembre alle 16. L'appuntamento sarà nella Sala dei Passi Perduti dove il gruppo ha deciso di spiegare come ha intenzione di muoversi per permettere nomine trasparenti e meritocratiche. 

IL PD SI DIFENDE: "BULGARELLI UOMO COMPETENTE". Il Partito Democratico ha subito replicato:“Nelle nomine per i vertici di Seta due sono i punti fermi che gli amministratori si erano prefissi come criteri nella selezione: un percorso trasparente e una scelta che premiasse il merito. Entrambi i criteri sono stati soddisfatti." Quindi ha ricordato che: "E' stato fatto un bando, tre persone si sono presentate con il loro curriculum e le firme a sostegno della loro candidatura, chi era incaricato della scelta, ovvero l’Assemblea di coordinamento degli Enti locali modenesi, ha raggiunto un accordo larghissimamente condiviso".

M5S: "BULGARELLI SCELTO PERCHE' DEL COMITATO ELETTORALE DI MUZZARELLI". I 5 Stelle però non hanno intenzione di farsi zittire e sono tornati all'attacco del sindaco Muzzarelli:  "La società civile non è entrata a far parte della cultura di Muzzarelli, che verso le nomine ha l’atteggiamento del padrone delle ferriere! Le cariche pubbliche, perchè queste tali sono, non possono essere appannaggio, come accade da 70 anni, dei politici di professione o degli amici e amici degli amici. La politica continua a scegliere compari e sodali, ultimo in ordine di tempo Vanni Bulgarelli, ottima “cinghia di trasmissione”, prima dirigente in Hera e poi uomo del comitato elettorale di Muzzarelli."

NOVE SINDACI A SOSTEGNO DI BULGARELLI. A difesa del neo eletto Bulgarelli è arrivata una lettera di nove sindaci della Provincia, come Nonantola, San Possidonio, Medolla, Mirandola, Castelfranco Emilia, Bastiglia, Soliera e Novi. Nella lettera hanno spiegato: "La nomina a Presidente di SETA di Vanni Bulgarelli, persona seria e competente, è arrivata al termine di un percorso trasparente e lineare, che è iniziato con un avviso pubblico al quale tutti potevano presentare domanda. La scelta è caduta su chi ha presentato a nostro giudizio il curriculum migliore, tutto qui. Non si capisce l’indignazione del Sindaco Smeraldi, dal momento che da Vignola non è pervenuta nessuna proposta. Non può essere che la trasparenza va bene solo se corrisponde agli interessi politici di Smeraldi".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Modena usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

  • Covid a Modena: scendono rispetto a ieri i nuovi casi. Ancora 11 i decessi

  • Prodotti "non essenziali" accessibili ai clienti, multe per due ipermercati

  • Conferma dal Ministero, l'Emilia-Romagna torna in "zona gialla"

Torna su
ModenaToday è in caricamento