Nuova palestra San Cesario. Rinascita Locale: "Costruzione in cava Ghiarelle, una follia politica"

La costruzione della nuova palestra apre il dibattito a San Cesario. Rinascita Locale: "Partiti i lavori di costruzione della nuova palestra in cava Ghiarelle, una follia politica"

"Apprendiamo oggi dai giornali che sono partiti i lavori di costruzione della nuova palestra in cava Ghiarelle - spiegano da Rinascita Locale - pochi giorni fa il Sindaco Zuffi, per voce dell’Assessore Pancaldi, con scuse pretestuose ha disatteso la mozione approvata nella legislatura precedente, in cui si chiedeva di procedere a nuove rilevazioni dell’aria nel polo sportivo, in un periodo più indicato di quello invernale, come da indicazioni ARPAE del 2016, il periodo richiesto era l’estate 2019. Chiaramente era nostra intenzione tutelare la salute dei bambini, venendo a conoscenza di cosa avrebbero respirato realmente, visto che più studi medici affermano che la vicinanza alle fonti inquinanti aumenta esponenzialmente il rischio di malattie respiratorie soprattutto nei più giovani."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per poi concludere: "Un ambiente fianco un autostrada da 8 corsie, con cumuli di vetro attigui e polveri sottili ai livelli di via Giardini a Modena (dati ARPAE) dove la futura circonvallazione e la riapertura della cava adiacente graveranno ulteriormente, questo per noi è una pura follia. La risposta fornitaci non è per nulla convincente, essa sostiene che nel corso del 2017 ARPAE era intenzionata a eseguire nuove rilevazioni anche al nostro impegno, cosa non avvenuta a causa di problemi all’allacciamento elettrico e alla linea gsm incostante. Proprio per questo ci chiediamo come mai nel 2019 con un investimento di 570000 euro in arrivo non sono ancora in grado di procedere a tali rilevazioni?  Capiamo che al sindaco Zuffi non interessi più di tanto l’erogazione di soldi pubblici, ma vogliamo chiudere la stalla dopo che sono scappati i buoi? Deve vincere il principio di precauzione, non possiamo mettere a rischio la salute dei nostri figli. O quel sito si bonifica o si devono spostare quelle attività non c’è scelta."
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • Covid. Studenti positivi in quattro scuole di Modena e in una di Carpi

  • Focolaio in un bar di Carpi, l'Ausl invita gli avventori a fare il tampone

  • Pullman nel fosso dopo uno scontro con un furgone, grave incidente a Campogalliano

  • Covid, 15 casi a Modena. Oltre la metà da contagio famigliare

  • Covid. La Regione lancia il test gratuito in farmacia per i genitori degli studenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento