rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Politica

Modena colpita dalla siccità: il Sindaco Pighi chiude i rubinetti

L'ordinanza del Sindaco impone di non sprecare l'acqua potabile: dalle ore 7 alle 22, vietato il prelievo dalla rete idrica per uso extra domestico. Pighi: "Risorsa preziosa, utilizziamola con responsabilità"

Le temperature sono alte, non piove da mesi e, forse, solamente un temporale nei prossimi giorni potrà concedere una tregua alle risorse idriche modenesi decisamente provate da questa ondata di siccità. A tutela delle nostre risorse idriche, infatti, va l'ordinanza emessa dal Sindaco di Modena Giorgio Pighi a partire da lunedì 27 agosto, provvedimento con cui si vieta il prelievo dalla rete di acqua potabile per uso extra domestico dalle ore 7 alle 22 fino alla fine di ottobre. L'invito che Pighi rivolge alla cittadinanza in merito all'acqua è quello comunque  di farne un impiego “limitato, responsabile e razionale al fine di evitare inutili sprechi”.

Dalle 7 alle 22, quindi non si potranno irrigare orti e giardini, lavare aree cortilive, piazzali, autoveicoli e motoveicoli privati. I cantieri edili, inoltre, dovranno fare uso razionale dell’acqua, limitandone il consumo allo stretto necessario e sempre con prelievo da contatore debitamente installato dal gestore del servizio idrico; per tutti gli impianti sportivi, nonché per le piscine pubbliche e private, si dovranno adottare condizioni razionali di utilizzo dell’acqua.

I prelievi dalla rete idrica sono consentiti esclusivamente per normali usi domestici, agricoli, zootecnici e per tutte le altre attività economiche per le quali si necessiti l’utilizzo di acqua potabile. Il divieto riguarda solamente la rete dell’acqua potabile.L’ordinanza, che rimane in vigore anche se si verificassero nelle prossime ore precipitazioni piovose, prevede che la mancata osservanza a queste disposizioni comporti una sanzione amministrativa da 50 a 300 euro. La verifica è affidata alla Polizia municipale e a tutti gli organi competenti. Copia del testo è stata inviata anche  alla Provincia di Modena, al Servizio tecnico di Bacino, alla Prefettura, all’Agenzia territoriale dell'Emilia Romagna per i servizi idrici e rifiuti (Atersir) e al gestore gestore del sistema idrico integrato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modena colpita dalla siccità: il Sindaco Pighi chiude i rubinetti

ModenaToday è in caricamento