Vignola, emessa un'ordinanza anti-bivacco per il centro storico

Vietato comsumare o detenere alcol, in qualsiasi tipo di contenitore. Valida fino al 15 novembre

E’ stata pubblicata oggi dal Comune di Vignola una nuova ordinanza emessa dal sindaco che vieta - almeno fino al 15 novembre prossimo, nella fascia oraria dalle 20 alle 2 di notte - il consumo, la detenzione per consumo e l’abbandono di bottiglie di vetro e di contenitori realizzati nello stesso materiale. Vietato anche detenere per il consumo, consumare o abbandonare in luogo pubblico bevande alcoliche, anche se contenute in lattina o altro contenitore di qualsiasi materiale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Naturalmente, rimangono esclusi da questa ordinanza bar, dehor e locali pubblici in genere, dove il consumo è consentito secondo le consuete modalità.

Così, testualmente, recita l’ordinanza: “Che su tutta l’area del centro storico, piazza Braglia, nel percorso Sole, nei parchi e nelle aree verdi, nelle pertinenze degli impianti sportivi pubblici, dalle ore 20 alle ore 2, fino al giorno 15 novembre 2020, sia vietato: detenere per il consumo, consumare o abbandonare in luogo pubblico bevande di qualsiasi genere contenute in bottiglie di vetro o comunque in contenitori realizzati con il medesimo materiale; detenere per il consumo, consumare o abbandonare in luogo pubblico bevande alcoliche anche se contenute in lattina o altro contenitore di qualsiasi materiale; bivaccare, sdraiarsi e/o porre in essere qualsiasi altra condotta non compatibile con la naturale destinazione del bene pubblico, abbandonando rifiuti di qualsiasi tipo. Ferma restando l’eventuale applicazione delle sanzioni penali ed amministrative previste dalle vigenti disposizioni legislative e regolamentari ed i limiti edittali fissati per le violazioni delle ordinanze sindacali dall’art. 7 bis del D. Lgs. 18.8.2000 n. 267, per la violazione della presente ordinanza è previsto il pagamento in misura ridotta di € 50,00 entro 60 gg. dalla contestazione o dalla notificazione dell’accertamento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Piano antismog, dal gennaio 2021 blocco per diesel Euro 4 (ed Euro 5)

  • Vento forte, caduti diversi alberi. Danni in tutta la provincia

  • Altri due studenti positivi, classi in isolamento a Modena e Carpi

  • Covid. 14 contagi oggi nel modenese, 6 sono casi non tracciati

  • Ladri sorpresi fuggono e causano un incidente. Uno finisce in manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento