rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Politica Via Giovanni Palatucci

Sicurezza, in provincia mancano 160 agenti. Il Ministero: "Carenza nella media"

E' il viceministro Bubbico a fare il punto sulla situazione degli organici di Polizia, Carabinieri e Finanza, rispondendo ad un'interrogazione della Lega Nord a Montecitorio. Gli agenti non sono ancora in linea con quanto previsto, ma questo non preoccupa il Ministero

Anche la Camera dei Deputati ha affrontato il tema della carenza di uomini e mezzi delle forze dell'ordine a Modena, con particolare riguardo alla situazione della Questura. Lo ha fatto il viceministro Filippo Bubbico, rispondendo ad un'interrogazione a tema della Lega Nord. È stato infatti il deputato romagnolo Gianluca Pini a sollevare in aula la questione, nella seduta di ieri, rifacendosi al ping pong in città di fine 2016, a distanza, tra il capo della Polizia Franco Gabrielli e lo stesso questore Paolo Fassari sull'esigenza o meno di rimpolpare gli organici a Modena. 

Ripercorrendo tutte le misure messe in campo col rinnovo del patto triennale "per Modena sicura", Bubbico ha illustrato nel dettaglio il quadro e, in sostanza, ha definito il territorio di certo meno scoperto di altri. Nella provincia di Modena sono impiegate attualmente 1.297 unità di Forze dell'ordine (515 della Polizia, 526 dei Carabinieri e 256 della Guardia di finanza) a fronte di una previsione tabellare di 1.457, con carenze dunque "che risultano sostanzialmente in linea con le medie nazionali", osserva il viceministro in aula. Mancano dunque all'appello 160 agenti. Oltre il 10%, non proprio bazzecole. Comunque, le carenze "non riguardano la Questura e i commissariati dipendenti, dove si registra una situazione particolarmente favorevole rispetto alla carenza media del comparto di riferimento, +1,1% rispetto a -14,5%", chiarisce Bubbico.

Le parole del rappresentante del Viminale hanno in buona sostanza accertato un fatto: in tutto il Paese vi sono carenze, ma Modena se la passa meglio di altri. E, quello che più importa, non esiste la possibilità – o l'intenzione – di inviare nuovi agenti per raggiungere la quota definita dalle stesse tabelli ministeriali.

C'è poi il capitolo veicoli: la Questura di Modena e i commissariati dipendenti "dispongono attualmente di un adeguato numero di automezzi", rileva il viceministro dell'Interno. Nel dettaglio, si contano 22 auto allestite per il controllo del territorio, in linea con la dotazione prevista, ma anche "14 autovetture in colore di istituto, a fronte delle 18 spettanti", così come "32 autovetture in colore di serie a fronte delle 21" previste. 

In occasione della loro immissione in servizio, entro quest'anno, grazie ai fondi della programmazione finanziaria 2016 e 2017, "sarà esaminata la possibilità di assegnare alla Questura di Modena ulteriori mezzi preposti al controllo del territorio, tenendo conto delle esigenze operative di tutti gli uffici e reparti dislocati sul territorio nazionale". Infine, per quanto riguarda l'equipaggiamento delle stesse forze di Polizia, insiste e conclude Bubbico, "non risultano particolari carenze" e comunque "situazioni di criticità potranno essere evidenziate attraverso le consuete procedure di richiesta materiali".

(fonte DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, in provincia mancano 160 agenti. Il Ministero: "Carenza nella media"

ModenaToday è in caricamento