menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'Ospedale di Mirandola

L'Ospedale di Mirandola

Sanità, Mirandola: niente posti letto, anziani ricoverati in Ostetricia

Il caso segnalato dal capogruppo Pdl Antonio Platis: due pazienti anziani erano stati provvisoriamente trasferiti per tre giorni e due notti nel reparto di Ostetricia per mancanza di altri posti nella struttura

Cosa ci fanno due pazienti anziani ricoverati nel reparto di Ostetricia dell'ospedale? Non è una barzelletta, bensì il caso segnalato dal capogruppo Pdl in Consiglio comunale a Mirandola, Antonio Platis. "È giustificabile che in circostanze eccezionali i letti di Medicina siano insufficienti, ma quello che accade a Mirandola è, ormai, ordinaria amministrazione. Se non si stesse parlando di salute sembrerebbe uno scherzo di carnevale, invece rappresenta la triste realtà di un ospedale ormai periferico che si trova il budget sempre più striminzito. Modena è una delle rarissime realtà in cui si è costruito un nuovo ospedale, a Baggiovara, senza chiuderne un altro, moltiplicando i costi e raddoppiando gli incarichi. La politica che tanto si agita, oggi, per le nomine non è riuscita in questi anni ad imporre un riequilibrio verso gli ospedali di provincia creando così nei fatti una sanità a due velocità".

AUSL - A sua volta, l'Ausl di Modena ha confermato che i due pazienti anziani erano stati momentaneamente trasferiti per tre giorni e due notti in Ostetricia per mancanza di altri posti nella struttura: "Il ricovero in quell'area è stato autorizzato per garantire una adeguata assistenza pur in presenza di una situazione straordinaria, che non consentiva di accogliere in altri reparti i pazienti stessi. Si è quindi preferito offrire una situazione che non fosse precaria sotto il profilo della cura. Inoltre per cercare di trovare, pur in una situazione di emergenza, una soluzione accettabile anche sotto il profilo della privacy, si è utilizzata una stanza defilata rispetto alle altre, dotate di due letti e con il bagno all'interno della stanza stessa". Platis ha segnalato anche il caso di un'anziana in gravi condizioni che, sempre all'ospedale di Mirandola, sarebbe stata portata prima in Pediatria e poi in Ginecologia, dove sarebbe poi deceduta. L'Ausl, però, non ha trovato riscontro di questa circostanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni anti-Covid, si apre la prenotazione per i 60-64enni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento