Regione: Palma Costi nuovo presidente del Consiglio Regionale

L'assemblea legislativa dell'Emilia Romagna ha votato all'unanimità il consigliere regionale Pd della Bassa Modenese come nuovo presidente successore di Matteo Richetti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Palma Costi è la nuova presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna: ha ottenuto il voto favorevole di tutti i 46 consiglieri presenti (lei si è astenuta). In precedenza, per alzata di mano, all’unanimità, l’Aula aveva preso atto delle dimissioni dalla presidenza di Matteo Richetti.

“Ci siamo seduti in questa Aula, oltre due anni e mezzo fa, con l’obiettivo di rendere migliore questa istituzione e ogni giorno, da allora, abbiamo perseguito, insieme, questo obiettivo”. Lo ha dichiarato Matteo Richetti nel breve discorso di commiato che ha preceduto la sua discesa nell’emiciclo, in una postazione di semplice consigliere, dallo scranno di presidente dell’Assemblea, dove è stato momentaneamente sostituito dal vicepresidente Sandro Mandini, che ha ringraziato Richetti per l’attività svolta durante il mandato, svolto nel segno del rinnovamento, e gli ha rivolto gli auguri per il suo futuro politico.

Ringraziamenti e auguri a Richetti sono poi stati espressi anche da tutti i consiglieri, a cominciare da Marco Monari (Pd), che ha parlato di un lavoro “prezioso” ma anche “duro” dell’intero Ufficio di Presidenza, in una fase non semplice della vita delle istituzioni e politica. Monari ha poi proposto la candidatura della consigliera Palma Costi alla carica di presidente dell’Assemblea, “una candidatura - ha detto - che mi riempie di orgoglio”, ringraziando tutti i colleghi per il percorso condiviso. Costi - ha rilevato - è una collega di grande esperienza amministrativa, che dà continuità al solco segnato da altre donne, Celestina Ceruti e Monica Donini, che hanno ricoperto in passato questo alto ruolo, un segno di genere - ha concluso - di cui tanto abbiamo bisogno in questa regione, come nel Paese.

Riconoscimento delle capacità istituzionali e delle doti umane di Richetti e soddisfazione per la candidatura di Costi sono state espresse da Mauro Manfredini (Lega nord). Pur rappresentando una forza politica avversa alla Lega - ha detto - apprezziamo l’equilibrio di Costi e la sosterremo nell’azione di recupero della fiducia dei cittadini nelle istituzioni. Anche il Pdl, per bocca di Marco Lombardi, ha espresso un plauso al presidente uscente, da cui il gruppo si è sentito garantito “nella posizione non sempre facile di opposizione”. Appoggio di Lombardi a Costi, di cui l’esponente del Pdl ha ricordato la provenienza dall’area del “cratere del terremoto”, sottolineando che “c’è il momento della contrapposizione politica, ma ci sono anche i momenti istituzionali in cui si deve pensare al bene comune”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento