rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica

Imu su case inagibili, il Pd modenese prova a cambiare la norma

I parlamentari modenesi del Pd Davide Baruffi, Manuela Ghizzoni e Stefano Vaccari ribadiscono il proprio impegno a favore delle zone terremotate e per l'ulteriore proroga dell'esenzione del pagamento dell'Imu sulle case rese inagibili o danneggiate dal sisma. Ecco la loro dichiarazione

Il Partito Democratico prova a sfidare la maggioranza. Non si può dire diversamente, dato che le regole nei palazzi romani vengono dettate dalla Ragioneria dello Stato e ai parlamentari democraticamente eletti non resta che "tentare" di sottoporre le proprie esigenze politiche al cospetto dei burocrati. Il sisma emiliano e l'attività dei parlamentari democratici modenesi è ormai da lunghi mesi l'esempio più lampante di una politica che invece che dettare le scelte prova a "strappare" qualche concessione tra le pieghe dei bilanci e della benevolenza dei Ragionieri.

Ultimo caso in ordine di tempo è stata la re-introduzione dell'IMU sui fabbricati inagibili, a partire dalla seconda metà del 2015, con aliquota dimezzata. Un brutto colpo per molti terremotati emiliani, ma soprattutto una norma inclusa nella legge di Stabilità che stride con la lentezza dell'erogazione dei contributi per la ricostruzione, con soltanto il 20% delle richieste effettivamente finanziato. 

Ma i parlamentari Davide Baruffi, Manuela Ghizzoni e Stefano Vaccari rivendicano quanto di buono fatto finora: "Sul tema dell’Imu sulle case rese inagibili dal sisma rivendichiamo con orgoglio che  le uniche misure concrete in aiuto dei proprietari sono state ottenute grazie al lavoro dei parlamentari del Partito democratico. Se il pagamento dell’Imu e della Tasi sono sospese per il primo semestre del 2015 è solo grazie a un emendamento alla Legge di stabilità contenuto nel pacchetto-sisma presentato al Senato dai parlamentari emiliani Claudio Broglia e Stefano Vaccari".

"Lo stesso - aggiungono in una nota - era già  avvenuto nel 2014, sempre grazie all'iniziativa dei parlamentari modenesi. Nell’emendamento Broglia-Vaccari era compreso anche un obbligo di monitoraggio del patrimonio immobiliare inagibile o danneggiato, essenziale per il prosieguo del nostro impegno. Stabilire l’esatta platea degli aventi diritto ci consentirà di contrapporre ragioni forti alla Ragioneria dello Stato che si è opposta alla nostra prima richiesta di estendere l’esenzione dal pagamento dell’Imu per tutto il 2015".

"Al momento è quindi necessario quantificare l'esatto ammontare dei mancati introiti per la quota statale di Imu che andrà compensata. La Regione Emilia-Romagna è al lavoro e a fine mese invierà il risultato del monitoraggio al Ministero dell’Economia e delle Finanze. Questi dati ci servono per poter tornare alla carica, perché come hanno dimostrato questi quasi tre anni dalle scosse di terremoto del maggio 2012, come parlamentari Pd non solo abbiamo sempre avuto presente le esigenze dei cittadini terremotati, ma ce ne siamo occupati con continuità, ottenendo risultati tangibili. Anche su questo tema - concludono Baruffi, Ghizzoni e Vaccari - è da tempo che siamo al lavoro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imu su case inagibili, il Pd modenese prova a cambiare la norma

ModenaToday è in caricamento