rotate-mobile
Politica Bomporto

Dimissioni Giovannini, centrodestra all'attacco. PD: "Guardiamo avanti"

Forza Italia e Lega criticano la decisione del sindaco di Bomporto, mettendola in relazione alla vicenda degli impianti fotovoltaici. Amarezza nel Partito Democratico

Le improvvise dimissioni di Angelo Giovannini da sindaco di Bomporto agitano la politica locale. Duri attacchi arrivano dai partiti di opposizione del centrodestra. Per Forza Italia il coordinatore provinciale Pier Giulio Giacobazzi e il consigliere provinciale Antonio Platis attaccano: "Una volta il PD aveva il senso delle istituzioni. Le dimissioni si danno sentiti i capigruppo ed i consiglieri, non su Facebook. È una pagina nera per la politica provinciale e per le istituzioni locali. La riprova di una mancanza di rispetto per i cittadini senza precedenti. Non è  una questione di forma, ma di merito. Abbondonare il Comune in questo momento di pandemia ed emergenza economica è da irresponsabili. Si rischia inoltre di perdere il ‘treno’ dei fondi PNRR e di far impantanare la macchina amministrativa. Oltre a gettare ulteriori ombre di opacità sulla vicenda dei fotovoltaici ‘spenti’.

"Da mesi il sindaco Giovannini aveva annunciato le dimissioni con ben altre motivazioni. Una parte del PD si dice rivolesse l’ex sindaco Alberto Borghi alla guida del Comune, ma dopo questo teatrino sulle spalle di cittadini e imprese che a Bomporto gli elettori apriranno gli occhi e non si fideranno più degli uomini di apparato del partitone", sostengono i forzisti.

Il sindaco di Bomporto si dimette a sorpresa: "Alzo bandiera bianca"

Anche la Lega mette sukl piatto il caso del fotovoltaico, insinuando una correlazione con a scelta di Giovannini: "“Proprio in concomitanza con la risposta della Regione, che scarica al Comune di Bomporto qualsiasi responsabilità circa la vicenda del fotovoltaico mai collegato alla rete, il sindaco Angelo Giovannini rassegna le proprie dimissioni, per motivi personali e di salute non meglio specificati. Sorge il dubbio che dietro a questa decisione di sia qualcosa di più”, ha commentato il consigliere regionale della Lega Stefano Bargi.

La vicenda riguarda la mancata attivazione di quattro impianti di fotovoltaico nel modenese per un controvalore stimato intorno ai 100mila euro erogati dalla Regione. Impianti che, aveva denunciato il leghista in un atto ispettivo,  “avrebbero dovuto generare energia elettrica già da diversi anni, perciò le mancate produzioni hanno determinato spese aggiuntive sulle bollette e mancati introiti per migliaia di euro”. La Regione-Emilia Romagna ha replicato che la notizia dell’indagine della Guardia di Finanza presso il Comune di Bomporto “è giunta a nostra conoscenza tramite gli articoli apparsi sugli organi di informazione locali” e che rispetto all’accordo di programma “il Comune ha presentato il rendiconto dei lavori effettivamente realizzati che sono stati successivamente liquidati nella misura di euro 90.823,14”.

“Oggi Bomporto, in mezzo a una bufera, si trova anche senza un sindaco. Proprio nel momento in cui occorre ottenere le risorse del PNRR. Ci auguriamo che il PD risponda di questa situazione e faccia in modo di non perdere occasioni preziose perché il nostro territorio non può permettersi una mancata messa a terra delle risorse” ha concluso Bargi.

Il segretario provinciale Pd Roberto Solomita e l segretario circolo Pd Bomporto Mario Lugli   rispediscono però le accuse al mittente: “Respingiamo con forza il complottismo di Lega e Forza Italia e chiediamo innanzitutto rispetto per le scelte personali del sindaco dimissionario Angelo Giovannini, che ringraziamo insieme alla giunta e a tutta l’amministrazione uscente per l'impegno e i buoni risultati conseguiti nell’interesse dei cittadini di Bomporto in questi due anni non certo facili. Chiaro che il commissariamento del Comune, che speriamo sia breve, ci lascia molto amareggiati. Ci rimboccheremo immediatamente le maniche e ci metteremo al lavoro per consegnare alle prossime elezioni ai bomportesi una proposta di buona amministrazione di centrosinistra”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimissioni Giovannini, centrodestra all'attacco. PD: "Guardiamo avanti"

ModenaToday è in caricamento