Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Svelato l'itinerario modenese per l'Expo, 80 eventi a 60 euro

Si alza il sipario su “Discover Ferrari & Pavarotti Land”, il pacchetto predisposto dalle istituzioni locali per gli attesi visitatori dell'Expo. Muzzarelli: “Siamo nei tempi e faremo bella figura”. Sabato 28 marzo la presentazione a Firenze con il presidente Mattarella

"Il tema è fare bella figura. Poi, certo, contano anche i numeri...". Il sindaco Gian Carlo Muzzarelli lancia la volata finale a Expo 2015 e assicura che Modena c'è. Dopo la presentazione di Roma a tour operator e principali fiere, entra nel vivo la promozione del circuito "Discover Ferrari & Pavarotti Land", che dall'1 maggio al 31 ottobre collegherà in un unico itinerario turistico centri storici, beni culturali, musei e imprese del territorio. Ieri il progetto e'' stato lanciato a Milano nell'ambito dell'evento voluto dalla Regione per la promozione della "Via Emilia", il concept che sintetizza l'offerta regionale in vista dell'esposizione. Il sindaco racconta come è andata mutuando le battute del critico Philippe Daverio: "Ci ha detto che la cultura parte dalla forchetta, e che la ricetta è Modena-musica-maiali-motori".

Sabato 28 marzo, invece, il direttore dei Musei Ferrari Antonio Ghini e il sindaco illustreranno il progetto a “Giornata Italia 2015, il Paese nell’anno di Expo”, manifestazione organizzata dal ministero delle Politiche Agricole in programma a Palazzo Vecchio a Firenze, alla quale parteciperà il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Si tratta della seconda tappa del percorso avviato a Milano con “Expo delle idee”, e vedrà la presenza dei 42 coordinatori impegnati nella stesura della Carta di Milano.

Oltre agli addetti ai lavori a partire da Antonio Ghini, direttore dei musei Ferrari, sono coinvolti i Comuni di Carpi, Sassuolo, Nonantola, Spilamberto e Maranello. Ogni municipio partecipa con 50.000 euro, le aziende con 25.000. La tariffa standard per i visitatori del circuito vale 60 euro, inclusi navetta e visite guidate, ma ci saranno agevolazioni.

“Discover Ferrari & Pavarotti Land” collegherà il territorio provinciale ai due snodi ferroviari dell’alta velocità, la stazione Mediopadana di Reggio Emilia e quella di Bologna. Il bus-navetta toccherà con cadenza oraria ciascuna delle 18 tappe modenesi: quattro nel centro di Modena (stazione ferroviaria, parcheggio del Centro a Novi Sad-Palazzo dei Musei, centro storico e ingresso posteriore dei Giardini Ducali) oltre al Mef; una tappa al museo Casa Pavarotti; una a Sassuolo in prossimità del Palazzo Ducale, da dove partirà un ulteriore tour nel comprensorio ceramico, chiamato “Ceramicland”; due a Maranello (Museo Ferrari e piazza); due a Nonantola (Abbazia e cantina-museo Gavioli), una alla Consorteria dell’aceto balsamico tradizionale a Spilamberto; a Castelvetro alla Cantina Chiarli; a Castelnuovo al Musa, museo della salumeria Villani; a San Donnino all’acetaia Malpighi; a Lesignana all’acetaia Giusti e al caseificio Quattro Madonne; a Marzaglia al caseificio Hombre. E sono previsti collegamenti anche con Carpi in occasione di particolari eventi.

(DIRE)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svelato l'itinerario modenese per l'Expo, 80 eventi a 60 euro

ModenaToday è in caricamento