rotate-mobile
Politica

Polizia Municipale sotto organico, nuove assunzioni e trasferimenti non bastano

Per completare organico (220 unità) definita graduatoria corso-concorso e avviate procedure per mobilità dalla Polizia Provinciale. Ma si resterà comunque al di sotto della quota ottimale (237 unità) definita dai criteri regionali

Una delibera della Giunta regionale del 2013 definisce gli standard essenziali e ottimali dei Corpi di Polizia locale. Lo standard dell'organico della Polizia Municipale di Modena è fissato in 220 unità con la sottoscrizione dell’Accordo di programma tra il Comune e la Regione Emilia Romagna. Di conseguenza è stato deliberato l'aumento della dotazione organica di 13 unità. Interpellata recentemente dall’Amministrazione comunale, la Regione ha risposto che fino al 31 dicembre 2017 non sono previste revisioni sul numero degli addetti.

Lo ha confermato il sindaco Gian Carlo Muzzarelli rispondendo a un’interrogazione sull’organico di Polizia municipale locale del Movimento 5 stelle. Nell’istanza, illustrata da Marco Bortolotti si chiedeva “di dettagliare, in base al calcolo richiesto per la valutazione dell’organico dalla deliberazione della giunta regionale 2071/2013, il calcolo esatto dell’organico a oggi presente presso il Corpo di Polizia Municipale.

Al 31 dicembre 2013 gli operatori in servizio erano 215 con 24 ispettori su 25 previsti e 185 di agenti su 189 previsti. Alla data del 29 giugno 2015 gli operatori totali presenti sono 213, di cui quattro inidonei permanenti per i quali è in corso il percorso di riconversione. Gli ispettori sono 24, gli agenti a tempo pieno sono 163, gli agenti part-time, con orari variabili da 24 a 33 ore settimanali, sono 16, di cui 4 con part-time a tempo determinato. Gli agenti distaccati sono 2 presso la Procura.

Il sindaco ha quindi spiegato che per il raggiungimento del numero di operatori previsto dall’Accordo di programma l’Amministrazione ha, innanzitutto, bandito un corso-concorso portato a termine a maggio con la definizione di una graduatoria che vede 36 idonei. Da questa graduatoria, secondo il piano occupazionale 2014 del Comune, era prevista già a giugno l’assunzione di tre agenti e nei mesi successivi degli altri 8 necessari. Un decreto nazionale ha però disposto il trasferimento del personale delle Polizie provinciali in locali, circostanza che avverà solo se il decreto sarà convertito in legge. Nel frattempo, l’Amministrazione ha comunque aperto le procedure per la mobilità riservata a personale delle Polizie provinciali per 8 unità (in cui sono compresi gli inidonei che saranno collocati su altre funzioni) e si è impegnata a coprire l’eventuale turn over che si potrà verificare entro l’anno.

Alle 220 unità previste dall’accordo di programma si è arrivati calcolando i parametri fissati dalla normativa, vale a dire 1,20 addetti per mille residenti e 1 addetto per mille posti letto turistici. Gli standard ottimali prendono in considerazione anche il numero degli iscritti universitari (un addetto ogni mille universitari), “ma le note difficoltà finanziarie ed i vincoli normativi sui piani occupazionali degli enti locali – ha sottolineato Muzzarelli - rendono difficile il raggiungimento degli standard essenziali ed è quindi praticamente impossibile il raggiungimento degli organici secondo gli standard ottimali”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia Municipale sotto organico, nuove assunzioni e trasferimenti non bastano

ModenaToday è in caricamento