rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Politica Caduti in Guerra / Viale Martiri della Libertà, 38

“Cambiare la legge Fornero”, presidio sindacale davanti alla Prefettura

Gli esponenti di Cgil, Cisl e Uil hanno dato vita ad una manifestazione in viale Martiri della Libertà, per chiedere di abbassare l'età pensionabile e risorse per rivalutare le pensioni attuali

Coinvolge anche Modena la mobilitazione nazionale promossa unitariamente dai sindacati confederali dal 5 al 15 ottobre per spingere il governo a riformare le pensioni. Questo l'intento con cui oggi, martedì 13 ottobre, Cgil-Cisl-Uil modenesi hanno organizzato un presidio davanti alla Prefettura, in viale Martiri della Libertà. 

Dalle 11 alle 12.30 alcune decine di manifestanti si sono riuniti insieme ai segretari di Cgil-Cisl-Uil Tania Scacchetti, William Ballotta e Luigi Tollari (in foto), che hanno illustrato le proprie ragioni prima al pubblico in strada e poi al Prefetto, cui hanno consegnato le proposte sindacali di riforma del sistema previdenziale e le iniziative di sostegno, elaborate già da tempo dalla piattaforma sindacale. 

Cgil-Cisl-Uil chiedono che, a partire dalla legge di Stabilità, si definisca un intervento strutturale di modifica della legge Fornero che permetta di andare in pensione un po’ prima, ripristinando la flessibilità in uscita. Ciò anche per favorire il turn-over, quindi per incrementare l’occupazione giovanile. Va inoltre varata la settima salvaguardia per i lavoratori esodati, e consentita l’applicazione dell’opzione donna, misure entrambe che non hanno bisogno di nuove coperture. I sindacati chiedono anche risorse certe per la rivalutazione delle pensioni in essere. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Cambiare la legge Fornero”, presidio sindacale davanti alla Prefettura

ModenaToday è in caricamento