rotate-mobile
Politica San Faustino / Strada Scaglia Est

Primarie Pd, spunta un verbale: "Soldi anche per votare Maletti"

L'esposto presentato da Giancarlo Muzzarelli in risposta a quello della candidata sconfitta contiene anche l'accusa di una scrutatrice del seggio 2. Clima tesissimo nel Pd, con Matteo Richetti che rimprovera l'arroganza del candidato sindaco

Le tensioni post-elettorali nel Partito Democratico hanno superato il livello di guardia e si sono trasformate in guerra aperta tra le fazioni sostenitrici dei due candidati principali. É notizia di questa mattina che l'entourage di Giancarlo Muzzarelli ha depositato al Collegio di Garanzia del partito provinciale un esposto volto a contrastare il documento analogo e contrario che Francesca Maletti aveva annunciato e poi sottoscritto già l'altro ieri. Sul tavolo dei garanti è arrivata una memoria che vuole confutare le tesi espresse dall'assessore comunale circa le irregolarità avvenute al seggio dedicato al voto degli stranieri. Ma non solo.

Nell'esposto di Muzzarelli si va infatti ben oltre la semplice controdeduzione, ma si fa riferimento anche ad un fatto che getta ombra sulla condotta degli stessi malettiani. Il riferimento è ad un verbale del seggio di via Padre Candido, in cui una scrutatrice avrebbe fatto annotare una propria dichiarazionem nella quale affermava di “avere ricevuto la notizia da una elettrice straniera che avrebbe avuto il rimborso della somma di due euro da parte della candidata, e che l'elettrice si riferiva alla candidata Maletti”.  E ad aggravare la situazione si legge che “sul tavolo accanto al seggio, erano esposti foglietti con l'indicazione 'vota Francesca Maletti' in posizioni ben visibili, rivolti agli elettori extracomunitari”. Pan per focaccia, insomma, per quanto questo episodio non possa essere ancora circostanziato da alcun dettaglio noto alla stampa. Le accuse lanciate al consigliere Maurizio Dori da alcuni cittadini stranieri e soprattutto dal presidente dell'associazione dei lavoratori filippini era già stato oggetto di una controreplica di altri cittadini filippini. E ora una nuova scintilla che rischia di divampare.  

Nel pieno del caos post-primarie rompe il silenzio anche Matteo Richetti, deputato Pd e main sponsor della Maletti, nonché luogotenente di Matteo Renzi in Emilia-Romagna e lo fa con un post su Facebook con il quale da un lato dichiara superate le polemiche, ma dall'altro coglie l'occasione per strigliare Giancarlo Muzzarelli. “Leggo solo ora (con colpevole ritardo) un'epica intervista nella quale Muzzarelli, nell'imbarazzante tentativo di scrollarsi di dosso il povero Maurizio Dori, afferma 'io non so nulla, anche perchè lui in passato ha lavorato per Richetti'. Asciugate le lacrime prodotte tanto dal pianto quanto dalle risate, mi chiedo: perchè il mitico Muzza sottolinea questa cosa? Vuole a tutti i costi avermi con sè in questa triste vicenda? E ci sono. Ma con il dovere di chiarire. Dori - sottolinea Richetti - buon per lui, un lavoro ce l'ha. E non lavora per me. Forse Muzzarelli voleva dire che Dori era tra i miei tanti sostenitori nella campagna per le regionali del 2010. E io, a differenza del mitico, i miei sostenitori li ringrazio dal primo all'ultimo, Dori compreso. Non faccio finta di non conoscerli”. 

Anche perchè, insiste Richetti, “caro il mio mitico (cioè Muzzarelli ndr), il punto è un altro. Troppo comodo scaricare su Dori. Quando mi sono candidato, e devo ammettere con discreti risultati anche grazie al lavoro di tanti come Maurizio, le regole erano chiare, le procedure trasparenti, votava chi aveva la tessera elettorale e dei due euro non c'era traccia. Quindi evitiamo di buttare fumogeni. Per favore. Sulle primarie di Modena non proferisco parola. Anzi sono senza parole. Per ciò che sta accadendo. Per il livello di irresponsabilità. Di tutti. Non mi capacito di come il primo partito della città (che è anche il mio) possa dar vita a tutto questo. Ho già detto che le primarie sono finite. Muzzarelli è il candidato del Pd. A lui un grande in bocca al lupo e una raccomandazione: l'arroganza è' sempre l'anticamera della sconfitta". (DIRE)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Pd, spunta un verbale: "Soldi anche per votare Maletti"

ModenaToday è in caricamento