rotate-mobile
Politica

Primarie Sel, anche Mezzetti vuole lasciare la Regione

Dopo Richetti, ormai ex presidente del consiglio regionale, anche l'assessore alla cultura si prepara a salutare viale Aldo Moro candidandosi come favorito numero uno per le primarie dei vendoliani

In contemporanea con le primarie dei parlamentari per il Partito Democratico, anche Sinistra Ecologia e Libertà terrà la sua selezione: in sedi e indirizzi che verranno indicate nei prossimi giorni, i vendoliani si organizzeranno per consentire lo svolgimento della votazione dalle ore 8 alle 20 di domenica 30 dicembre (potrà votare chi ha partecipato alle scorse primarie di coalizione e chi è tesserato a Sel).

La lista è stata composta su base regionale e le schede su cui esercitare il diritto di voto saranno quattro: una Uomini-Camera, una Donne-Camera, una Donne-Senato e una Uomini-Senato. Si potrà esprimere una preferenza su ogni scheda. Tra i nomi che ha indicato la federazione modenese per il Senato, spicca senza dubbio quello dell'assessore regionale alla cultura Massimo Mezzetti, quanto mai intenzionato a seguire a Roma il conterraneo Matteo Richetti, ex presidente dell'assemblea legislativa, candidato quotatissimo per la corsa Pd.

Assieme a Mezzetti, terrà alto il blasone modenese per la corsa al Senato anche l'esponente dell'associazionismo femminile Tiziana Burganti, mentre l'Assessore ad Ambiente e Comunicazione del Comune di San Felice sul Panaro, Massimo Bondioli, tenterà la scalata alla Camera. Stesso discoro per l'Assessore alla Cultura del Comune di Pavullo nel Frignano, Morena Minelli, l'educatrice Daniela Raneri e l'esperto di politiche agricole ed economia solidale Antonio Lofiego.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Sel, anche Mezzetti vuole lasciare la Regione

ModenaToday è in caricamento