Riqualificazione delle periferie nord, sarà la società CambiaMo a gestire tutto

La convenzione approvata dal Consiglio Comunale affida alla società di trasformazione urbana la realizzazione dei principali interventi di riqualificazione della fascia ferroviaria. Le opposizioni contrarie

Nei giorni scorsi ha ottenuto l’incarico di realizzare i primi lavori sulla viabilità previsti dal Progetto Periferie, ora la società di trasformazione urbana CambiaMo diventa vero e proprio soggetto attuatore di alcuni tra i principali interventi previsti nell’area nord nell’ambito del Programma di riqualificazione urbana e sicurezza che ha ottenuto un finanziamento dal Governo di 18 milioni di euro con il Bando per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie. Lo prevede la convenzione approvata dal Consiglio comunale oggi, giovedì 23 novembre, con il voto a favore di Pd e Art.1 – Mdp – Per me Modena, e il voto contrario di FI, M5s, Idea Popolo e libertà, e CambiaModena.

La convenzione, dopo aver ricordato che tra i compiti di CambiaMo c’è il completamento degli interventi relativi al Contratto di Quartiere II finalizzato alla riqualificazione urbanistica e sociale del comparto R-Nord, inserisce come ulteriore ambito di lavoro una serie di iniziative del Progetto Periferie: dalla palazzina con alloggi a canone calmierato e centro diurno per disabili (già prevista la gara nei prossimi mesi per un investimento di 6,2 milioni di euro) al Data Center-Modena Innovation Hub, dalla realizzazione della nuova sede di Medicina dello sport all’R-Nord, fino alla riqualificazione del sistema della mobilità stradale e ciclopedonale e al prolungamento del sottopasso ferroviario.

In convenzione, inoltre, si precisa che potranno essere inseriti anche ulteriori interventi di riqualificazione urbana in altri comparti del territorio comunale da individuarsi successivamente e che siano finalizzati “al superamento di elementi di degrado fisico e sociale”

Il provvedimento è stato illustrato dal sindaco Gian Carlo Muzzarelli sottolineando come l’esperienza della società si sia sviluppata proprio nel quartiere (in particolare, nel comparto R-Nord ma anche realizzando le palazzine di via Forghieri) offrendo garanzie di affidabilità e di razionalizzazione degli interventi anche potendo contare su di un modello organizzativo snello, caratterizzato dall’autonomia gestionale, che consente di agire con efficacia e rispettando i tempi.

Per le gare comunque è prevista l’applicazione del Codice dei contratti pubblici con i medesimi vincoli imposti alle pubbliche amministrazioni. Quindi stesse garanzie di trasparenza e i controlli tipici delle procedure di evidenza pubblica. Sulla società, inoltre, con la convenzione e i relativi protocolli attuativi sono previsti ulteriori controlli interni che si affiancano a quelli relativi alle società controllate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Patente a punti. Come fare controllo e verifica del saldo

  • Furto in casa a Vignola, setacciati i "compro oro" e denunciata una ragazza

  • Sanità. Lo screening prenatale NIPT diventerà gratuito per tutte le donne in gravidanza

  • Contromano in Tangenziale, un agente salta in guardrail e lo blocca

  • Policlinico di Modena. Da Gennaio al via l'ambulatorio specializzato sulla paralisi facciale

Torna su
ModenaToday è in caricamento