menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Claudio Pistoni

Claudio Pistoni

Pistoni apre il mandato: "Sassuolo comunità, città distretto e capitale"

Il Sindaco Claudio Pistoni ha presentato al Consiglio Comunale gli indirizzi programmatici per il governo della città nei prossimi cinque anni: “Verità, trasparenza e legittimità guideranno da subito la nostra azione”

I Sindaco Claudio Pistoni ha illustrato al nuovo Consiglio comunale di Sassuolo, insediato nella prima seduta di mercoledì 25 giugno, il Documento di indirizzi programmatici di governo della città per il biennio 2014-2019, votato ed approvato nella stessa seduta con i voti favorevoli dei Gruppi PD, Lista Civica Pistoni, e del Sindaco, il voto contrario dei Gruppi Forza Italia, Lista Civica ‘Sassolesi’, e l’astensione del consigliere Giorgio Barbieri (Lista Civica Sassuolo 2020) e del Movimento 5 stelle (vedi nota relativa al dibattito) 

“Con verità, trasparenza e legittimità per SGP – ha continuato il Sindaco Pistoni - intendiamo la verità che va mostrata ai creditori ed ai cittadini, la trasparenza che vogliamo garantire rendendo noto a tutti gli atti non solo di SGP ma di tutta l’Amministrazione comunale e la legittimità intesa come doveroso e necessario pieno rispetto da parte di un ‘Comune-imprenditore’, quale è Sassuolo nel rapporto con SGP, della legge che regola questo tipo di società. Su questo fronte intendiamo portare in Consiglio Comunale già la prossima settimana le linee di indirizzo del piano concordatario di SGP per poi procedere subito, entro la scadenza del 31 luglio, con la discussione del bilancio previsionale 2014. Questo anche per evitare di continuare a lavorare in esercizio provvisorio. 

In questa prima fase di lavoro intendiamo anche riallineare l’organizzazione e la spesa dei servizi sia ordinari che straordinari forniti soprattutto da SGP, ridefinendo i budget per la manutenzione delle scuole, per l’illuminazione pubblica, la manutenzione del verde e degli edifici pubblici, ma non solo: intendiamo riallineare alla normativa vigente la destinazione delle entrate finanziarie. Due esempi su tutti: le entrate relative alla gestione degli immobili ERP che vanno investite sulla casa o sulle politiche per l’affitto, cosa che adesso avveniva solo in parte, e le entrate derivanti dalla sosta a pagamento il cui 50% va investito per legge sul fronte della sicurezza stradale” 

Altri due obiettivi da raggiungere entro la fine del 2014, ‘salvo cambi significativi della normativa nazionale’, il Sindaco li ha fissati nella ridefinizione dell’organizzazione del Comune, ed in un nuovo ciclo di incontri e di confronti nei quartieri cittadini, da svolgersi tra i mesi di ottobre e novembre. 
“Vorremmo accompagnare tutto ciò – ha affermato - con la redazione di un cosiddetto ‘bilancio dei cittadini’, che illustri in forma semplice, chiara e comprensibile a tutti, come il Comune spenderà i soldi pubblici ed i costi sostenuti per i singoli servizi”
 
Gli indirizzi programmatici di governo 2014-2019

La Sassuolo intesa come città distretto, una città che valorizza la sua storia economica e culturale, le proprie eccellenze, la propria identità e la propria tradizione, per continuare ad affermarsi nel mondo ed a guardare al futuro di un mondo globalizzato, è il concetto alla base degli indirizzi e dell’azione di governo illustrata dal Sindaco per il quinquennio 2014-2019. 

“Ciò – ha affermato – significa mettere in campo una pianificazione strategica su scala distrettuale che abbracci diversi fronti: quello urbanistico, con la revisione del Piano Strutturale Comunale vigente che, approvato in via definitiva nel 2008, e nonostante le varianti introdotte in questi ultimi anni, è di fatto inadeguato ai grandi cambiamenti imposti dalla crisi economica e sociale; quello della mobilità, per il quale vorremmo realizzare un nuovo piano urbano, quello delle politiche attive per il lavoro, uscendo dalla logica dell’assistenza sociale, affiancando ad essa nuove azioni, come il trasferimento di risorse dal contributo a chi il lavoro non ce l’ha alle aziende che assumono persone senza lavoro o a reddito zero, e politiche attive per lo sviluppo, con nuovi percorsi e progetti, che dovranno necessariamente coinvolgere tutti i soggetti economici, associativi ed amministrativi con specifiche politiche territoriali. Si tratta di azioni necessarie per mantenere la leadership del distretto nel mondo, una leadership in campo industriale non solo della ceramica e delle macchine per ceramica ma anche della meccanica generalista; una leadership che potrà essere garantita dal mantenimento di un alto livello di qualità della vita. Questo è un nostro prioritario obiettivo”.

Su questo piano – ha continuato il Sindaco – è fondamentale il tema dello sviluppo, inteso non solo come sviluppo economico ma anche sociale, umano e delle persone. Vogliamo garantire i prestiti sull’onore per chi vuole investire su se stesso e la propria formazione, vogliamo garantire nei prossimi 180 giorni l’avviamento al lavoro di 200 ragazzi under 35, e incentivare le imprese ad assumere disoccupati che vivono in famiglie a reddito zero. Chiederemo in questo ambito anche l’impegno delle banche per uno sforzo ulteriore sul fronte del credito. 

L’Europa, dove cercare ed attingere risorse per realizzare o sostenere progetti e l’EXPO, con i suoi 20 milioni di visitatori previsti, di cui 500-600 mila previsti nelle nostra zone, saranno l’orizzonte in cui inserire queste azioni per lo sviluppo nei prossimi mesi, lavorando su un circuito ed un’offerta turistica capace di legare il museo Ferrari di Maranello, al Palazzo Ducale, i tesori ambientali come le salse di Nirano all’offerta termale, puntando su un piano di comunicazione, che per esempio potrebbe coinvolgere realtà come il Sassuolo calcio,  capace di garantire a queste eccellenze una vetrina mondiale”

Sul piano del territorio comunale il Sindaco ha poi sottolineato la centralità degli interventi sulla scuola, sia sul fronte strutturale, procedendo con una fotografia della situazione esistente con manutenzioni ordinarie e straordinarie, sia sul fronte dell’offerta educativa, garantendo a tutti ragazzi, già della scuola materna, l’insegnamento dell’inglese, nella consapevolezza che si tratta del ‘dialetto del mondo’.

Sul fronte delle associazioni di volontariato è necessario “ristabilire e rafforzare un rapporto con il Comune, nell’ottica di una loro valorizzazione della loro fondamentale opera”; sul fronte della cultura oltre alla messa in rete ed alla promozione di eccellenze che già ci sono come il Palazzo Ducale, L’OZU film festival, il festival della filosofia, è necessario ricreare e valorizzare spazi per fare vivere ed operare chi fa cultura e sostenere maggiormente realtà di grande valore come la scuola musicale e la banda cittadina.

Sul fronte dei servizi al cittadino oltre al potenziamento delle infrastrutture telematiche per la gestione delle pratiche on-line obiettivo dichiarato del Sindaco è la realizzazione di una sorta di sportello Unico al quale rivolgersi per ottenere una gamma sempre più completa di servizi, dall’iscrizione alla scuola, al pagamento della retta, al singolo certificato, senza rivolgersi a più e differenti sportelli. 

Sul fronte della sicurezza si punta alla maggiore integrazione delle forze dell’ordine, ad una revisione del servizio di prossimità della Polizia Municipale ed un potenziamento della videosorveglianza introducendo anche il sistema per il controllo delle targhe delle auto rubate nei principali accessi alla città. In risposta ai recenti fatti di cronaca legati ai reati di natura predatoria registrati nelle ultime settimane il Sindaco ha annunciato la convocazione per giovedì 3 luglio, a Sassuolo, della riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal Prefetto.

In merito ai progetti strutturali comunali il Sindaco ha ribadito l’impegno, svolte le opportune verifiche su alcuni aspetti tecnici, per la realizzazione della nuova Casa Serena chiarendo che “se non sarà possibile realizzarlo con project financing, potremo ipotizzare la via del finanziamento privato proponendo ai soggetti finanziatori di convenzionarsi con il Comune” 

Impegno confermato per l’Hospice e sul progetto di riqualificazione dell’area dell’ex Cisa Cerdisa.

“Si tratta di azioni ampio respiro – ha concluso il Sindaco -  che guardano al futuro della città e del territorio che abbiamo la responsabilità ed il dovere di mettere in campo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagi, 98 casi nel modenese. Sei ricoveri e due decessi

Attualità

Contagio, 113 casi in provincia. Tre decessi e tre ricoveri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento