Sit-in della Lega a Modena contro l'aumento delle tasse comunali

Romani: “Mazzata finale su imprese e negozi”

Alle ore 10,00 di questa mattina alcuni attivisti e consiglieri della Lega si ritroveranno davanti all'Ufficio Tributi del Comune di Modena, in via Santi 40, per una protesta contro l'aumento delle tasse comunali. 

“Invece di sostenere il lavoro e l’impresa, la Giunta Pd di Modena confeziona la mazzata finale per i contribuenti: aumento dell’addizionale IRPEF, con un carico medio a famiglia che passa da 35 a 80 euro. Nessuno stop alla tassa di occupazione del suolo pubblico, come succede in tanti comuni italiani, anche a guida Pd. Nessun taglio della Tari, che le aziende dovranno versare anche se hanno prodotto zero rifiuti, a causa del lockdown - dichiara Davide Romani, referente provinciale della Lega di Modena.

"Mentre il governo Conte proroga l’emergenza sanitaria, il Pd modenese abolisce quella economica e sociale, tartassando le fasce produttive della nostra Comunità. Il sit-in di oggi è la prima di una serie di iniziative che organizzeremo per far cambiare idea al sindaco: per ripartire Modena ha bisogno di lavoro e sicurezza, non di nuove tasse. Ringrazio il Capogruppo Bosi e i consiglieri della Lega che, con il loro impegno, dimostrano di essere sempre dalla parte giusta. Noi non facciamo passi indietro", chiosa il responsabile del Carroccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, scendono i casi attivi e i ricoveri in regione. Modena conferma il calo

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento